Jannik Sinner non disputerà il torneo ATP 500 di Rotterdam



by   |  LETTURE 6939

Jannik Sinner non disputerà il torneo ATP 500 di Rotterdam

Jannik Sinner ha perso contro Aljaz Bedene al primo turno del torneo ATP 250 di Montpellier con il punteggio di 3-6, 6-2, 7-6( 3) . Il tennista italiano, dopo un primo set giocato ad altissimo livello, ha accusato dei problemi alla schiena che hanno condizionato il resto della partita.

Nonostante questo, Sinner non ha voluto cercare scuse e non ha sminuito la prestazione del suo avversario in conferenza stampa. “Il mal di schiena non ha inciso affatto, è al 100 % colpa mia e del mio gioco” , ha spiegato l’altoatesino.

“Quando ci siamo sfidati a Melbourne sono stato molto più aggressivo, oggi ho fatto un casino ed è una giornata davvero dura per me. Devo imparare da questa sconfitta, la mia idea di gioco odierna era sbagliata.

Sono senza parole e non so dirvi precisamente perché oggi ho perso. Nei prossimi giorni parleremo con il mio coach e proverò a capire precisamente dove ho sbagliato” .

Jannik Sinner non giocherà il torneo ATP 500 di Rotterdam

La speranza di tutti i tifosi azzurri era quella di rivedere Sinner in campo la prossima settimana al torneo ATP 500 di Rotterdam, ma questo purtroppo non sarà possibile.

Dopo l’annuncio di Rafael Nadal, anche Sinner ha infatti deciso di non prendere parte al prestigioso torneo olandese. “Ciao, ragazzi. Mi duole dirlo, ma ho deciso di ritirarmi dal torneo di Rotterdam” , ha scritto Sinner sul suo profilo Instagram.

“Ho ancora qualche fastidio alla schiena e non sono ancora al 100% dal punto di vista fisico. Mi dispiace. Ringrazio come sempre Richard Krajicek per l’opportunità. Spero di rivedervi tutti il prossimo anno” .

A pochi giorni dall’inizio, il torneo di Rotterdam perde quindi uno dei suoi protagonisti. Anche Nadal, come ricordato prima, non giocherà in Olanda. Queste le sue parole. "E' con grande tristezza che devo annunciare il mio forfait dal torneo di Rotterdam.

Come molti sanno, durante l'Australian Open abbiamo trovato una soluzione temporanea che mi ha permesso di giocare la seconda settimana senza sentire dolore. Una volta rientrato in Spagna, ho parlato con il mio staff medico, che mi ha consigliato di non giocare la prossima settimana.

Ero contento di tornare a Rotterdam dopo un po' di tempo. Auguro tutto il meglio a questo torneo, sempre di primo livello" .