Giannis Antetokounmpo: "Nick Kyrgios è il Dennis Rodman del tennis"



by   |  LETTURE 1494

Giannis Antetokounmpo: "Nick Kyrgios è il Dennis Rodman del tennis"

Chissà cosa avrà pensato Nick Kyrgios quando il suo amico e cestita greco Giannis Antetokounmpo, durante un' intervista ha paragonato il tennista di Camberra a Dennis Rodman, ex giocatore di basket e stella dei Chicago Bulls.

Di sicuro non l'ha presa male, considerando che proprio Kyrgios, attuale numero 47 della classifica ATP, ha condiviso sul proprio account Twitter, il post dell'intervista al giocatore dei Milwaukee Bucks. Fra i due c'è amicizia e rispetto e non è la prima volta che si stuzzicano con battute e provocazioni tramite i social.

In particolare Giannis Antetokounmpo è molto amico del tennista Stefanos Tsitsipas, suo connazionale, con cui si diverte spesso a prendere in giro proprio Nick Kyrgios che a sua volta è molto legato proprio al tennista greco.

Durante l'intervista ad Antetokounmpo, il giornalista ha chiesto come se la cavava con il tennis e cosa ne pensava di Nick Kyrgios. Il cestista greco ha risposto così: "Non sono bravo a giocare a tennis, ricordo di aver giocato per la prima volta quando avevo dieci anni con mio fratello e poi un'altra volta quando avevo 18 anni, proprio a Milwaukee ma è stato terribile.

Sono molto meglio a ping pong dove ho giocato e battuto altri miei colleghi come Chris Paul. Pe quanto riguarda Kyrgios, ha un carattere particolare, potrei dire che è il Dennis Rodman del tennis (sorride). In realtà è un bravissimo ragazzo e gli faccio un grosso in bocca al lupo per il torneo"

Nick ha reagito bene al paragone fatto con Dennis Rodman, star dell'NBA negli anni '90 e vincitore di tre anelli con i Chicago Bulls di Michael Jordan e Scottie Pippen. Nel video che ha condiviso l'australiano ha lasciato questo messaggio: "Aaha ecco il mio amico Giannis, ti voglio bene, continua a farti ispirare fratello"

Antetokounmpo nella stagione NBA 2019-20 viene nominato MVP per la seconda volta e Defensive Player of the Year per la prima volta nella sua carriera, diventando il quinto giocatore della storia a vincere sia il premio di MVP che di difensore dell'anno in carriera (insieme a Michael Jordan, Hakeem Olajuwon, Kevin Garnett e David Robinson) e il terzo a riuscirci nella stessa stagione (dopo Jordan e Olajuwon).

Viene quindi incluso nel primo quintetto All-NBA e nel primo quintetto difensivo della lega.