Australian Open, Serena Williams si allena con una persona speciale



by   |  LETTURE 5099

Australian Open, Serena Williams si allena con una persona speciale

Piccoli fenomeni crescono, o almeno è quello che spera Serena Williams per la figlia Olimpia che sempre più spesso è protagonista sui campi di allenamento della madre. Anche a Melbourne, in piena pandemia, la tennista americana non ha voluto rinunciare alla propria figlia che ha deciso di portare in Australia per tutta la durata della quarantena e del torneo.

Un occasione importante per la piccola Olimpia, che a settembre ha compiuto tre anni, per iniziare a capire davvero quanto il tennis sia stato centrale nella vita della madre e magari iniziare quel lento processo che potrebbe portarla ad amare questo sport.

Nel video postato sul proprio profilo Instagram, si vede Serena che si riscalda con accanto la figlia che cerca di emulare i suoi movimenti e tentare di colpire la palla. Nella seconda parte del video invece, la piccola Olimpia si impegna per raccogliere e porgere le palline alla mamma.

Probabilmente è quello che spera l'ex numero uno del mondo che all'età di 39 anni continua ad inseguire quello che sarebbe il suo ventiquattresimo Slam che la porterebbe a eguagliare il primato che detiene Margaret Smith Court.

Fino ad ora i tentativi di assalto al recordo dell'australiana sono stati vani, Serena infatti non vince un torneo dello Slam dal 2017, quando proprio qui a Melbourne si aggiudicava il suo ventitresimo Major battendo in finale Venus Williams con il punteggio di 6–4, 6–4.

Alexis Olympia, avuta il 1º settembre 2017 dal marito, il miliardario l'imprenditore Alexis Ohanian co-fondatore di Reddit, ha già un profilo Instagram con oltre 600mila followers.

Serena Williams aveva già detto di aver iscritto la figlia per alcune lezioni di tennis, con una scelta però molto particolare: non rivelare la sua identità. "Ho iscritto Olympia ad alcune lezioni di tennis.

Non inizierà con me, perché non le darò lezioni di tennis, l'ho iscritta a una scuola", ha confidato sui social Serena. "Ma la maestra di tennis non sa che è mia figlia, quindi vediamo un po' come andrà" Figlia d'arte? Forse no.

Serena ha infatti voluto precisare che quello che le interessa sono le nozioni, non fare della figlia una giocatrice professionista. "Non sono una mamma che spinge, ma so quanto mi piacciono le tecniche e le nozioni, quindi mi assicurerò che l'insegnante sia capace di insegnare ad Olympia la tecnica"