Mayar Sherif svela: "Lo scorso anno non potevo neanche pagarmi un biglietto aereo"

La tennista ha parlato delle difficoltà di questo mondo

by Mario Tramo
SHARE
Mayar Sherif svela: "Lo scorso anno non potevo neanche pagarmi un biglietto aereo"

La stagione 2020 ha riconosciuto e celebrato alcuni tennisti che hanno continuato il loro percorso progredendo dal loro ruolo di giocatori ITF a oltre. Il calendario del tennis e l'intera stagione è stata rivoluzionata a causa della Pandemia Covid-19 ma nonostante ciò, questo non ha impedito ai tennisti di lasciare il segno e avanzare nella loro carriera.

Due dei più grandi esempi di tutto ciò sono i tennisti Mayar Sherif e Sumit Nagal che grazie soprattutto al Grand Slam Development Fund (GSDF), sono riusciti a esprimere parte del loro ottimo potenziale. Entrambi i tennisti hanno ricevuto borse di studio per giocatori GSDF ed hanno subito fatto fruttare ciò producendo rendimento immediato e raggiungendo traguardi storici per le loro rispettive nazioni, lasciando il segno anche nei tornei del Grande Slam.

Mayar Sherif e l'orgoglio di una nazione

La Sherif è stata la prima donna egiziana a competere in un torneo del Grande Slam, ha partecipato al Roland Garros, quest'anno riprogrammato a Settembre, un mese dopo che Nagal ha fatto la storia degli Us Open diventando il primo indiano a vincere un match in un torneo del Grande Slam dal 2013 dai tempo di Devvarman.

Questi risultati sono stati elogiato molto e hanno portato nuova fiducia al Grand Slam Development Fund, perfetti protagonisti che hanno dimostrato la bontà di questa iniziativa. Questa stessa federazione ha riconosciuto che i tennisti non possono realizzare i propri sogni solo con il talento ma serve anche un contributo che gli dia una forte mano.

Nonostante una laurea in medicina dello sport, la Sherif ha dato una chance alla sua carriera da tennista professionista ed ha raccontato: "Lo scorso anno ho avuto problemi finanziari al punto che non potevo permettermi un biglietto aereo per viaggiare.

Questo fondo GSDF per me era fondamentale perché mi ha dato l'opportunità di arrivare dove sono ora". La Sherif è ora al 163 posto della classifica Wta, ha avuto qualche difficoltà ma ora punta ad entrare nella Top 100 e portare ulteriori record al tennis egiziano.

Nel suo debutto al Roland Garros la tennista ha ben impressionato ed è caduta dopo una grande battaglia contro la testa di serie numero due del torneo con il risultato di 6-7(9);6-2;6-4.

Mayar Sherif
SHARE