Tennista spagnolo top 200 sospeso per otto anni per aver truccato alcuni match



by   |  LETTURE 4558

Tennista spagnolo top 200 sospeso per otto anni per aver truccato alcuni match

La Tennis Integrity Unit (TIU) ha sospeso Enrique López Pérez per otto anni dopo averlo ritenuto colpevole di match fixing, cioè di aver truccato l'esito di alcune partite in almeno tre casi durante il 2017.

Il 29enne tennista madrileno era già stato preventivamente sospeso dal 19 dicembre 2019 nell'attesa che si facesse luce sulla questione e decidere in via definitiva. Il 24 luglio di quest'anno la TIU ha aperto un fascicolo disciplinare e ha mantenuto la sospensione temporanea.

Un mese prima, la Corte d'istruzione numero cinque di Madrid ha indagato e il giudice aveva ritenuto López Pérez innocente per mancanza di prove.

La squalifica a otto anni di Enrique López Pérez

"Questo fatto è una sciocchezza, ma soprattutto è una violazione dei miei diritti fondamentali, quindi, denuncerò tutti davanti ai tribunali spagnoli impugnando davanti alla Corte dell'arbitrato per lo sport (CAS)", ha scritto in un documento che è stato fornito al sito web Punto de Break .

"Quel caso con le stesse prove è stato presentato nei miei confronti nel luglio 2020, e sono stato ritenuto innocente, rispetto alle violazoni che mi venivano contestate, sia del procuratore che del giudice", insiste in un'altra nota.

"Pertanto, la sospensione effettuata dalle autorità tennistiche tramite l'arbitro Richard McLaren è del tutto illegale, poiché contraddice direttamente i tribunali e l'ufficio del procuratore spagnolo nella loro interpretazione delle stesse prove, violando i miei diritti fondamentali e giudicando due volte gli stessi fatti con criteri diversi", ha spiegato.

E poi continua. "Per questo motivo, sono state avviate azioni dinanzi al CAS e dinanzi agli stessi tribunali spagnoli contro un'indignazione senza precedenti nel settore sportivo, poiché una federazione non ha mai ignorato ciò che un giudice penale di Stato ha stabilito quando valuta i fatti per punire uno dei suoi membri"

Il giocatore dovrà inoltre pagare una multa di 25.000 dollari. Dal 1° dicembre 2020, al tennista spagnolo "è vietato giocare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato per otto anni", secondo quanto scritto nella decisione della TIU