Si vota per lo sportivo italiano dell’anno, fra i sei candidati anche Jannik Sinner



by   |  LETTURE 3754

Si vota per lo sportivo italiano dell’anno, fra i sei candidati anche Jannik Sinner

Anche quest'anno parte l'iniziativa della Gazzetta dello Sport, che propone ai lettori di votare il proprio sportivo italiano preferito per l'anno in corso. Per il 2020, tra i sei candidati, c’è anche Jannik Sinner, il 19enne tennista altoatesino che tanto ha fatto parlare di sé negli ultimi mesi.

Grazie alle splendide prestazioni di questa seconda parte di 2020, da Roma al Roland Garros, da Colonia al trionfo di Sofia, il nativo di San Candido si è fatto conoscere dal grande pubblico e i risultati si vedono, anche in termini di popolarità.

Oltre a lui ci sono cinque sportivi di diverse discipline che si contendono questo primato. I nomi scelti dal giornale rosa che si giocano il premio sono: l’attaccante della Lazio Ciro Immobile (capocannoniere della scorsa Serie A e Scarpa d’oro europea con 36 gol in 37 partite), il ciclista Filippo Ganna (campione del mondo in pista e spettacolare a cronometro e non solo all’ultimo Giro d’Italia), i piloti di Moto2 e MotoGp Enea Bastianini e Franco Morbidelli (rispettivamente campione e vicecampione mondiale), il nuotatore Gregorio Paltrinieri (recordman europeo in vasca e vincitore di importantissime gare in mare).

Oltre, ovviamente, al già citato Jannik Sinner, che, vista la giovanissima età, potrebbe diventare un frequentatore abituale di questa classifica.

Jannik Sinner fra i sei sportivi italiani dell'anno

Al momento secondo i dati raccolti dal sito di sport sembra essere un testa a testa fra il campione di bici Filippo Ganna e proprio il fresco vincitore del primo trofeo del circuito ATP, Jannik Sinner.

Il più giovane dei sei candidati sta illuminando di futuro il tennis italiano. A 19 anni ha vinto a Sofia il primo torneo Atp. Nessun italiano ci era riuscito così presto. Al Roland Garros, quest’anno in versione autunnale, è arrivato ai quarti di finale dove ha incontrato un certo Rafael Nadal. E per due set se l’è giocata, prima di cedere al terzo. La Next Gen italica è già qui.