Madrid, Feliciano Lopez: "Sono preoccupato per quello che accadrà nel 2021"



by   |  LETTURE 1181

Madrid, Feliciano Lopez: "Sono preoccupato per quello che accadrà nel 2021"

Il mondo del tennis è stato tra gli sport sicuramente più colpiti in questo tremendo 2020 e diversi tornei sono stati cancellati o rinviati. Quelli che probabilmente fanno più notizia sono Wimbledon, cancellato clamorosamente dopo anni ed il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021, ma anche altri tornei, soprattutto tra i Masters 1000 sono stati cancellati a causa di questa terribile Pandemia che ha bloccato i progetti di tutti noi ed anche nel mondo del tennis.Tra i tornei fermati c'è il Mutua Madrid Open, evento che ha provato in tutti i modi di tenersi, si era addirittura riprogrammato, ma i durissimi dati che hanno caratterizzato la Spagna hanno fermato tutto.

Le parole di Feliciano Lopez sul Masters 1000 di Madrid

Il direttore del Masters 1000 di Madrid Feliciano Lopez è tornato nuovamente sulla vicenda e sulla programmazione del Masters 1000, alla fine comunque saltato.

Ecco le sue parole: "È stato molto difficile programmare, tutto è cambiato di settimana in settimana ed anzi di giorno in giorno a causa del Covid. Noi ci siamo semplicemente adattati alla situazione. Come direttore del torneo siamo stati onesti fin dall'inizio ed anzi nel mezzo della Pandemia credevamo che era impossibile giocare.

Poi è nata la possibilità di giocare dopo gli Us Open ed abbiamo provato a salvare la situazione, ma in estate in Spagna le cose sono peggiorate e ci siamo ritrovati costretti ad annullare tutto. Alla fine non potevamo rischiare di avere contagi e abbiamo capito che era meglio cancellare tutto.

Con il passare del tempo abbiamo compreso che il tempo ci ha dato ragione. A dire il vero il tennis anche per il 2021 lo vedo messo male, non credo che la situazione entro Marzo prossimo migliorerà" Poi ha proseguito sul mondo del tennis: "Sono preoccupato, ma ad ora hanno provato a sbloccare e dare una mano al nostro mondo nonostante la pandemia.

Dipendiamo dai Governi di ogni paese e questo rende comolicate le nostre esigenze. Dobbiamo aspettare ed essere uniti, prima o poi questa Pandemia passerà e finalmente potremo tornare alla normalità"