Naomi Osaka in costume attacca: "Nessuno deve dirmi cosa indossare"



by   |  LETTURE 22267

Naomi Osaka in costume attacca: "Nessuno deve dirmi cosa indossare"

Naomi Osaka è una delle tennisti più importanti in circolazione ed è sicuramente molto influente nel suo paese. Recentemente hanno fatto scalpore delle foto in abbigliamento da mare della tennista giapponese con origini haitiane, immagini che lasciavano intravedere le sue forme e che nel paese nipponico ha destato tante critiche.

Attraverso i propri social la tennista ha lanciato un messaggio per attaccare tutti coloro che criticavano le sue foto. Ecco le sue parole: "Voglio dire a tutte le persone che mi criticano e che mi dicono di mantenere un immagine da ragazza innocente di non commentare.

Nessuno di voi mi conosce, ho 22 anni ed indosso un semplice abbigliamento da bagno in piscina. Perché sentite di poter commentare cose devo o non devo indossare?" Ecco il suo tweet:

Le critiche di Naomi Osaka sul razzismo ed il suo scatto sui social

Ecco uno degli scatti che la tennista ha postato sui propri social e che ha destato numerose polemiche.

Già in passato la tennista giapponese ha subito attacchi da diversi follower e media locali perché, a loro parere, gli sportivi non dovrebbero commentare e coinvolti in politica.

Era la situazione riguardante i diritti umani e le critiche sul Movimento Black Lives Matter. Nel suo messaggio social la Osaka ha attaccato: "Si tratta di una situazione di una questione di diritti umani, chi ha diritto di parlare più di me? Quindi se lavori in IKEA ti è permesso parlare solo di "GRONLID"?"

Naomi Osaka è stata la prima tennista di discendenza asiatica o haitiana ad essere numero 1 al mondo. Ha vinto tra gli altri gli Us Open del 2018 e gli Australian Open del 2019. Ora prima della Pandemia la tennista è calata ed è attualmente in decima posizione nel circuito WTA.

Nel 2019 la Osaka ha incassato 37,4 milioni di euro tra premi e sponsorizzazioni battendo così il record precedente detenuto da Maria Sharapova. La Osaka vive e si è formata negli Stati Uniti da quando aveva solo 3 anni.

Non solo la Osaka ha parlato recentemente della questione razzismo, ma a dare man forte ci ha pensato anche la giovane collega Coco Gauff.