Carreno Busta si unisce a Nadal: "Difficile si possa riprendere dallo Us Open"



by   |  LETTURE 972

Carreno Busta si unisce a Nadal: "Difficile si possa riprendere dallo Us Open"

Per comprendere la gravità della situazione negli Stati Uniti, una rapida occhiata ai numeri risulta più che sufficiente. Dopo Rafa Nadal, che ne ha parlato in una conferenza stampa su Zoom con buona parte della stampa internazionale, anche Carreno Busta ha trovato inevitabilmente posto nel tavolo dei dubbiosi.

Non è un mistero: il tennis è presumibilmente lo sport più sicuro da praticare e allo stesso tempo il più difficile da rimettere in carreggiata a livello internazionale. «Come sport, abbiamo la possibilità di rispettare sempre le distanze di sicurezza e di giocare senza particolari difficoltà.

Il problema principale è che bisogna spostarsi da tutte le parti del mondo per partecipare ai tornei. E c'è da dire che il virus non ha interessato tutti i Paesi nella stessa identica maniera. Sono dell'idea che per ricominciare, debba essere garantita la sicurezza a tutti quanti» ha spiegato nel corso di chiacchierata con i media dello sponsor tecnico Joma.

Il tennis studia la ripartenza. Ma sarà possibile giocare a New York quest'anno?

«Onestamente, credo sarà molto complicato riprendere con lo Us Open. Anche se a quanto pare mercoledì prossimo ci sarà una riunione che ci dirà quando ricominceremo a giocare.

D'altra parte, credo sarà molto più facile ricominciare a giocare nel suolo nazionale. Insomma, tra noi e con qualche altra aggiunta» ha spiegato. Il sipario sul mini-circuito in Spagna si alzerà il 10 luglio a Lleida, ma Carreno ha potuto riassaggiare la competizione in un quadrangolare con Pablo Andujar, Roberto Bautista Agut e Alex de Minaur.

Uno straniero, sì, tennisticamente cresciuto nella penisola iberica. Sulla possibilità di giocare la Coppa Davis, beh, il ventottenne nativo di Gijòn si è detto decisamente più ottimista. «Sarebbe incredibile rivivere un'esperienza come quella dello scorso anno.

E soprattutto chiudere la stagione in quella maniera. Potrebbe ridare speranza sia al tennis che alla Spagna. Inoltre sarebbe bello poter giocare con il pubblico sugli spalti» ha concluso. Photo Credit: Getty Images