Giocatori di seconda fascia in difficoltà. Isner: "Ne stiamo discutendo"


by   |  LETTURE 2008
Giocatori di seconda fascia in difficoltà. Isner: "Ne stiamo discutendo"


Dopo la cancellazione dei Championships, Atp e Wta hanno reagito di conseguenza. Ed è ormai inutile nascondersi. Lo stop potrebbe prolungarsi oltre il tredici luglio e nella peggiore delle ipotesi risultare addirittura definitivo.

John Isner, membro del Player Council, sa che a pagarne le conseguenze saranno i giocatori che abitualmente navigano nelle retrovie. «Ne stiamo discutendo. Molti dei tennisti che occupano i piani alti della classifica non avranno problemi.

Io non avrò problemi, ma ci sono alcuni ragazzi che si affidano quasi completamente a quello che guadagnano di settimana in settimana» ha confessato al New York Times. «I problemi dei tennisti professionisti non sono diversi da quelli di chiunque altro abbia perso il lavoro in questo periodo».

Ed è vero. «Ciò che ci ha sempre impedito di provare a cambiare le cose è il fatto che giochiamo sempre e che siamo sempre impegnati. Ora abbiamo molto più tempo a disposizione per valutare le cose» ha concluso.

Nel corso degli ultimi giorni, lo statunitense ha parlato anche ai microfoni di ESPN. «È solo la mia opinione, e spero di sbagliarmi, ma ho come la sensazione che il tennis potrebbe essere uno degli ultimo sport a riprendere.

Ogni nazione potrebbe avere delle regole differenti. In questo specifico momento è tutto un grande punto interrogativo». Photo Credit: Getty Images