Juan Martin del Potro, un calvario infinito fra infortuni e operazioni



by   |  LETTURE 2054

Juan Martin del Potro, un calvario infinito fra infortuni e operazioni

Juan Martin del Potro, potrebbe aggiudicarsi il premio di giocatore più sfortunato degli ultimi vent’anni. L’argentino convive da quasi 10 anni con infortuni che ne hanno condizionato fisico e carriera. Ogni volta che torna in campo è come fosse un nuovo inizio, pensando che sia la volta buona per mettersi alle spalle tutti i guai fisici.

Ma poi, come fosse una spirale, qualcosa torna a non andare, il fastidio prima, il dolore poi e il nuovo stop. L’ennesimo di una carriera che non lo hai mai ripagato abbastanza degli sforzi fatti, del talento mostrato e della sfortuna che gli ha riservato.

Il gigante di Tandill, in una conversazione con l'ex giocatore di pallacanestro Manu Ginobili, ha confermato che gli infortuni hanno gravemente danneggiato la sua carriera e non sa ancora quando tornerà sul circuito: "Come tutti sanno, gli infortuni sono stati con me per tutta la mia carriera.

Mi sono infortunato al ginocchio quando ero il numero tre del mondo e mi stavo avvicinando al livello di Rafael Nadal. Voglio davvero continuare a giocare, ma la realtà è che le cose si complicano sempre di più.

I dottori mi incoraggiano sempre e mi dicono che tornerò ad allenarmi normalmente in futuro, ma ogni giorno che passa, quando vedi che la situazione non cambia diventa molto complicato crederci" Nonostante il fatto che numerosi infortuni abbiano influenzato le sue partite, è riuscito a dimostrare che il suo miglior tennis è molto vicino a quello di Nadal, Djokovic e Federer: "Ho avuto molti alti e bassi nella mia carriera, ma la situazione è molto complicata.

Quando ho avuto gli infortuni più gravi al polso, sono stato molto male. Non ho potuto giocare con il mio rovescio a due mani. Non mi sentivo bene e ho dovuto riorganizzare il mio gioco. Dopo le Olimpiadi di Rio, il mio pensiero è cambiato e tutto è andato per il meglio", ha detto il giocatore argentino che non vede l'ora di tornare sul circuito.

Il vincitore degli Us Open del 2009 non gioca una partita ufficiale dal 19 giugno 2019, quando è riuscito a battere Denis Shapovalov nel torneo del Queens. Ma durante questo match una scivolata sull'erba gli causò l’ennesimo infortunio al ginocchio costringendolo ad un intervento chirurgico pochi giorni dopo.

All'inizio di quest'anno, l’ex numero tre del mondo è tornato di nuovo in sala operatoria a Miami a causa di nuovi disturbi che gli hanno impedito di muoversi normalmente anche nella vita quotidiana. Al momento non sappiamo quando Delpo potrà tornare sui campi da tennis, ma l’augurio nostro e di tutti i tifosi e addetti ai lavori è di vederlo di nuovo lottare alla pari con i migliori tennisti del circuito.