Leo Borg (figlio di Bjorn) farà il suo esordio tra i professionisti a Bergamo


by   |  LETTURE 4667
Leo Borg (figlio di Bjorn) farà il suo esordio tra i professionisti a Bergamo

“In effetti mi sono messa a piangere. Avevamo provato ad avvicinarlo a un altro sport, in modo da evitare i paragoni con il padre. Sarebbe stato tutto molto più semplice” . Sono state queste le parole utilizzate da mamma Patricia quando il piccolo Borg ha rivelato alla famiglia di voler diventare un tennista.

Nonostante la voglia dei genitori di dirottarlo verso altre mete, Leo Borg è andato avanti sulla sua strada e quando gli hanno parlato di pressione, lui ha risposto con un semplice: “Non mi dà fastidio, non è un problema.

Ho sempre saputo chi è stato mio padre”. Esatto, proprio suo padre, Bjorn Borg, l’uomo che ha rivoluzionato il gioco del tennis e che ha vinto 11 tornei del Grande Slam. Leo Borg, all’età di 16 anni, è pronto per il suo debutto da professionista, il suo debutto nel mondo dei grandi.

Il giovanissimo tennista svedese disputerà infatti il Challenger di Bergamo grazie ad una wild card assegnatagli dagli organizzatori del torneo italiano. Ad attenderlo al primo turno ci sarà uno dei giocatori provenienti dalle qualificazioni.

Al di là di come andranno le cose, un piccolo pezzo di storia sarà scritto tra i campi di uno dei più prestigiosi eventi tennistici italiani. Saranno 17, senza contare altri possibili qualificati, gli azzurri impegnati a Bergamo la prossima settimana.

Spiccano i nomi di Lorenzo Giustino, Roberto Marcora e Lorenzo Musetti. Negli ultimi due anni il torneo è stato vinto rispettivamente da Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Il primo è attualmente il numero 8 del ranking ATP; il secondo, invece, rappresenta una delle più grandi promesse del tennis mondiale.