Gritsch su Djokovic: "Devi essere sempre al massimo con lui, ero stanco"


by   |  LETTURE 2418
Gritsch su Djokovic: "Devi essere sempre al massimo con lui, ero stanco"

Wimbledon è stato l’ultimo torneo passato insieme da Novak Djokovic e dall’ormai ex preparatore atletico Gebhard Gritsch. Proprio l’austriaco ha deciso di lasciare il team del campione serbo, ed in un’intervista a Kleine Zeitung ha spiegato i motivi della sua scelta.

“Dopo dieci anni ero stanco e stufo di viaggiare sempre, era molto stressante per me” , ha dichiarato Gritsch. “Non è facile quando lavori con Novak Djokovic perché devi essere concentrato e pronto in ogni momento, devi spingerti sempre al limite.

Ho sentito il bisogno di provare a fare qualcosa di diverso dopo tutti questi anni. La vita da tennista può essere brutale. Viaggi in tutto il mondo, devi abituarti a gestire il jet lag ed essere sempre al massimo. Djokovic, Roger Federer e Rafael Nadal sono gli unici che sono riusciti a trovare un equilibrio perfetto perché sono dei perfezionisti”.

Alcune voci vedono Gritsch come prossimo preparatore atletico del numero quattro del mondo Dominic Thiem. “Ha già un ottimo preparatore, che lo ha aiutato tanto nel corso della sua carriera. Duglas Cordero è uno dei migliori.

Thiem ha tutte le possibilità per diventare il numero uno del mondo, deve solo trovare l’equilibrio giusto e scoprire i suoi limiti. Deve capire, inoltre, quando è il momento di prepararsi per i tornei importanti e quando quello di fare delle pause”.

Djokovic, dopo la separazione da Gritsch, ha iniziato la nuova collaborazione con il preparatore atletico italiano Marco Panichi, che aveva già lavorato con lui nel 2017 durante la riabilitazione dall’infortunio al gomito.