Bellucci: "Rafael Nadal non ti regala nulla. 11 Roland Garros irripetibili"


by   |  LETTURE 2164
Bellucci: "Rafael Nadal non ti regala nulla. 11 Roland Garros irripetibili"

In un'intervista a Punto de Break, Thomaz Bellucci ha ricordato la sua sconfitta contro Rafael Nadal al Roland Garros 2010. "È uno dei giocatori più forti che abbia mai affrontato sulla terra rossa. Non ti regala niente, ecco perché ha vinto il Roland Garros 11 volte, mai nessuno nella storia lo vincerà così tante volte"

La terra rossa è sicuramente la superficie migliore per Bellucci: "Adoro giocare in questa parte dell'anno, nella quale ho sempre ottenuto uno o due grandi risultati. Ho grandi ricordi da tutti i tornei sul rosso, e credo di avere ancora una possibilità per tornare al livello a cui ero abituato"

Poi una considerazione sul tennis attuale: "Tra tutti i primi 10, gli unici giocatori ad avere un gioco da terra rossa puro sono Nadal e Thiem, gli altri hanno uno stile che si adatta più al cemento. Ora tutti sono in grado di giocare su qualsiasi superficie, tutti hanno un livello alto"

E ci sono anche meno tornei su terra rossa. "Per il tennis avere varietà è positivo, non è bello che i tornei su terra rossa stiano diminuendo ma ciò è dato anche dal fatto che i giocatori non vogliono gareggiare su quella superficie.

Del Potro o Djokovic, per esempio, non li vedrete mai sulla terra e i tornei che vogliono organizzare un evento sul rosso sanno che attrarre questo tipo di giocatori è difficile" Infine su uno dei tornei giocati meglio in carriera, Madrid 2011: "Qualcosa di incredibile, ho battuto Andy Murray, Tomas Berdych e poi ho perso contro Novak Djokovic in semifinale.

Ero avanti 6-3 3-1, a un passo dalla finale, ma il bello è che l'altra semifinale era Federer-Nadal. Pensa: c'erano Federer, Nadal, Djokovic e io! È stato un sogno"