Fabio Fognini: "Allenerei soltanto un giocatore: Nick Kyrgios"


by   |  LETTURE 2921
Fabio Fognini: "Allenerei soltanto un giocatore: Nick Kyrgios"

Fabio Fognini compirà 31 anni a maggio, ma il ritiro dal tennis professionistico non è ancora così vicino visti i recenti risultati: due tornei ATP vinti negli ultimi 9 mesi (Gstaad e San Paolo) più il ritorno tra i primi 20 in classifica. Ma in un'intervista a Repubblica, Fognini, diventato papà lo scorso anno, ha parlato del futuro post-carriera in modo interessante: "Se gioco male me lo chiedo. Avendo Federico la vedo in modo diverso, la mia maturazione è venuta più tardi. Comunque mi dicono che vengo bene in tv, non lo so. Certo è che allenerei uno e soltanto uno: Nick Kyrgios".

Fognini è reduce dalla sconfitta in Coppa Davis contro la Francia, sfida in cui ha dato il massimo come sempre fa quando gioca per la sua Nazione. Non è sempre stato così nel circuito ATP: "I fatti dicono che io, quando gioco in nazionale, mi sono fatto in 18 pezzi. Ecco, se fossi stato così anche nei tornei, in passato, avrei potuto avere risultati diversi. Ripeto, ho avuto atteggiamenti sbagliati, ma ho fatto anche delle cose belle, e spero di poter zittire i miei detrattori in questi ultimi anni di carriera, anche se non è che voglio, o posso, piacere a tutti. Ora sono messo meglio rispetto al passato, ho la velocità, la forza. Sono migliorato sul veloce anche se la partita della vita me la giocherei sempre sulla terra rossa e poi vedo che la forbice è diminuita, i Fab Four non ci sono più…"