Coco Vandeweghe: 'Quelli che insultano sui social media sono codardi'



by   |  LETTURE 1081

Coco Vandeweghe: 'Quelli che insultano sui social media sono codardi'

Critiche e insulti all'indirizzo di tennisti sui social network sono ormai sempre più all'ordine del giorno, e Coco Vandeweghe non è un'eccezione. In un'intervista a VTB Russia, la tennista americana ha parlato della negatività e della cattiveria del mondo virtuale dando un'interessante opinione.

«Penso che le persone che ti scrivono cose negative sono dei codardi. Non rispondo, perché la gente cerca attenzione per ciò che dicono. Io non rispondo perché non penso abbiano il diritto di avere voce in capitolo nella mia vita.

Penso a me stessa e sopravvivo». È stata una stagione molto positiva per Vandeweghe con due semifinali Slam (Australian e US Open) e i quarti a Wimbledon. Dopo Flushing Meadows non ha confermato i buoni risultati ottenuti in quella che è «la parte più difficle per me probabilmente della stagione.

Sento che non ci sia più niente per cui giocare, ed è una cosa stupida perché so che c'è Singapore e che c'è questo torneo (Zhuhai, ndr). Giochiamo per gli Slam, e anche le Olimpiadi sono una mia grande priorità, ma è difficile.

Dopo gli US Open non volevo giocare a tennis per una questione mentale, però sto cercando di rimanere costante per via della finale di Fed Cup (contro la Bielorussia l'11 e il 12 novembre, ndr), ci tengo molto a giocare per il mio Paese».