Australian Open - Jannik Sinner stratosferico: elimina Djokovic e vola in finale

Jannik Sinner ora attende il vincente della seconda semifinale tra Medvedev e Zverev

by Andrea Tebaldi
SHARE
Australian Open - Jannik Sinner stratosferico: elimina Djokovic e vola in finale
© Julian Finney-Getty Images

Ci sono partite che solo il tempo potrà dire se rappresentano un passaggio di consegne. Spesso si ricorda quell'ottavo di finale di Wimbledon 2001 quando un giovanissimo Roger Federer sorprese l'allora Re di Wimbledon Pete Sampras.

Per poi prenderne il posto. Quella di questa notte potrebbe diventare una di queste: Jannik Sinner ha superato brillantemente la sfida più difficile che oggi il tennis può offrire. L'altoatesino ha battuto Novak Djokovic con il punteggio di 6-1, 6-2, ( 6) 6-7, 6-3 nella semifinale degli Australian Open.

Sinner ce l'ha fatta dominando e anche contro le valutazioni dei bookmakers. Lo ha fatto di nuovo. Dopo averlo battuto nel round robin alle Atp Finals di Torino e in semifinale di Coppa Davis a Malaga ha calato il tris. Ma questa volta in un torneo del Grande Slam.

E sulla lunga distanza dei 5 set. Nel giardino di casa del serbo che per la prima volta in carriera ha perso una semifinale agli Australian Open. Dopo averne vinte 10 di fila. "Tutto molto bello" direbbe Bruno Pizzul. Ma calma e sangue freddo, l'impresa è stratosferica ma il lavoro non è completato.

Sinner ora aspetta in finale il vincente della seconda semifinale in programma dalle 9.30 ora italiana tra Daniil Medvedev e Alexander Zverev. Obiettivo domenica vincere il primo Slam della sua carriera.

Sinner scatta meglio dai blocchi e conquista il primo set 6-1

Al sorteggio il serbo lascia servire per primo Sinner.

Il primo game è ricco di scambi senza esclusione di colpi. L'altoatesino con i piedi ben dentro al campo tiene il servizio senza problemi. Anche il secondo game è a tutta velocità e Sinner si costruisce l'occasione per andare in fuga: ottiene una palla break che concretizza con un perfetto schiaffo al volo.

2-0 e miglior inizio non poteva esserci. Sinner consolida il vantaggio e va sul 3-0. Troppo falloso il serbo anche sul suo game di servizio. Sinner ha palla break anche nel quarto game ma stavolta con lo schema servizio e dritto lungolinea Djokovic si salva e poi porta a casa il primo game della sua partita.

Sul proprio servizio il numero 4 del mondo è molto solido e allunga sul 4-1. Djokovic ancora in difficoltà: va sotto 15-40 e c'è il doppio break. 5-1 Sinner. Da non credere. Sinner non molla un punto conoscendo le doti dell'avversario, Djokovic spesso è in ritardo sulle accelerazioni dell'altoatesino e incamera il primo set col punteggio di 6-1 al secondo set point.

Secondo set sempre in controllo per l'azzurro che chiude 6-2

Djokovic prova a cambiare marcia a inizio secondo set. Apre con un game di servizio tenuto a zero. Sinner mantiene a sua volta agevolmente il servizio e impatta sull'1-1.

Il dieci volte campione di Melbourne di nuovo in difficoltà nel terzo game con l'azzurro che vola 15-40 con un rovescio in rete di Djokovic. Ed è di nuovo break per l'italiano che strappa per la terza volta il servizio al serbo.

2-1 Sinner. Il ritmo dell'azzurro è troppo elevato per Djokovic che cerca accelerazioni vincenti ma spesso va fuori giri. 3-1 Sinner che consolida il vantaggio e si porta poi sul 4-2 con un altro game tenuto a zero. Sinner risponde sempre a tutto e si conquista una palla break per andare 5-2.

Che Djokovic annulla. C'è una seconda palla break su un pallonetto lungo del numero 1 del mondo. Ed è quella buona. 5-2 Sinner che di lì a breve chiude il parziale per 6-2.

Terzo set più combattuto concluso al tie break da Djokovic

Sinner ha una palla break anche nel primo game del terzo set ma qui il serbo si salva e con una controsmorzata vincente conquista il game.

Il set è decisamente più equilibrato dei due precedenti, il punteggio segue fedelmente i servizi con i due giocatori che non hanno particolari problemi nel loro game di battuta. Solo nell'undicesimo gioco Djokovic è stato costretto ai vantaggi ma non ci sono palle break per l'azzurro.

Nel game c'è stata anche un'interruzione del gioco per un malore ad uno spettatore in tribuna. Sinner non ha problemi nel dodicesimo game e quindi l'epilogo naturale del set arriva al tie break. Djokovic conquista un minibreak e va avanti 2-0.

Sinner è bravo a recuperare subito sul 2-2 ma Djokovic torna avanti: si cambia campo sul 4-2 per il serbo dopo un dritto in rete dell'altoatesino. Sinner srappa due punti sul servizio del serbo e si porta avanti 6-5 con un match point a favore sul servizio del serbo.

Ma purtroppo qui affossa un dritto in rete. Si cambia campo sul 6-6. E Djokovic chiude il parziale e il set 8 punti a 6 su un rovescio lungo di Sinner.

Sinner chiude la partita nel quarto set

Sinner tiene il servizio in apertura di quarto set, ha poi 3 palle break nel turno di battuta di Djokovic per allungare ma non riesce nell'intento.

2-1 Sinner dopo il terzo game. Ma nel quarto game Djokovic va 40-0 non riesce a chiudere, Sinner rimonta e conquista il break. 3-1 per l'italiano che poi va 4-1. Sinner può esultare, può godersi questa giornata ma tra qualche ora testa a domenica.

Australian Open Jannik Sinner
SHARE