Australian Open - Sonego, quinto set fatale contro Hurkacz. Brilla Stefanini

Vince e convince Medvedev dopo l'uscita di scena di Nadal. Ok anche Tsitsipas. Nel tabellone femminile Italia-Germania finisce 1-1 e Coco Gauff vince la sfida di cartello con Raducanu

by Perri Giorgio
SHARE
Australian Open - Sonego, quinto set fatale contro Hurkacz. Brilla Stefanini

Come Berrettini e Musetti, anche per Sonego si rivela fatale il quinto set. Rispetto ai due connazionali, risulta comunque più legittima dal punto genuinamente logico il passo falso contro un Hubert Hurkacz perfettamente normale.

Che ritrova veramente se stesso nel deciding set, sigilla il successo sul 3-6 7-6 2-6 6-3 6-3 e raggiunge quanto meno il terzo turno sul blu di Melbourne Park. Ad attenderlo, Denis Shapovalov. Insomma: Sonego fa valere il peso del 3-1 nei confronti diretti con un mega-parziale di 3-0 in avvio.

In una partita che scorre via veloce, il tennista azzurro giganteggia con la battuta a disposizione ed evidenzia tutti i limiti di Hurkacz fuori fase, che per pareggiare il computo dei set ha bisogno del massiccio contributo da parte del tennista azzurro.

Poco lucido nel cuore del tie break su una facile volée di dritto. ‘Sonny’ sale clamorosamente di livello nel terzo, ma scende di intensità nel quarto e nel quinto non ritrova la brillantezza per impensierire Hubi.

Rinvigorito dalle dinamiche e di nuovo presente nella partita, soprattutto da fondocampo. Il polacco piazza immediatamente il break e non si guarda più indietro. Con l’uscita di scena di Rafa Nadal, il timone nella parte alta del tabellone passa nelle mani di Daniil Medvedev.

Ancora una volta, nonostante un piccolo passaggio a vuoto nel cuore di un primo set che pare assolutamente in controllo, il tennista russo e finalista della passata edizione gioca la solita partita di straordinaria qualità.

Spezza gli equilibri definitivamente ai piedi del jeu decisif nel primo set e sigilla la seconda vittoria nella prova Slam australiana con un 7-5 6-2 6-2 che poco spazio lascia alle interpretazioni. Si prolunga di circa cinque minuti la permanenza di Fabio Fognini nel tabellone principale degli Australian Open, con Thanasi Kokkinakis che chiamato a rientrare in campo sul 6-1 6-2 4-2 40-15 vince una partita praticamente già vinta con un parziale di 8-3.

Avanzano anche Tsitsipas e Tiafoe. Italia-Germania nel tabellone femminile finisce 1-1. Arriva la vittoria di Lucrezia Stefanini, reduce dal setaccio delle qualificazioni, che va ben oltre le più rosee aspettative nella complicatissima sfida contro Tatjana Maria.

La tennista azzurra non solo recupera un set di svantaggio, bensì si oppone al tentativo di rimonta della tedesca nel corso del secondo set ed evita il jeu decisif. Il tutto prima di recuperare un break di svantaggio nel terzo e di chiudere con un mega-parziale di 5-1 la contesa.

4-6 7-5 6-4 il punteggio della prima vittoria in carriera nel tabellone principale di un torneo dello Slam. Niente da fare parallelamente per Lucia Bronzetti, che dopo il 6-2 iniziale con Laura Siegemund perde a poco a poco brillantezza e finisce per rimanere vittima degli errori e della poca concretezza da fondocampo.

La giocatrice tedesca prende il pallino della sfida e con un piuttosto netto 6-4 6-3, condito solamente da qualche buco qua e là sempre in situazioni di punteggio però ben favorevoli e da qualche polemica, stacca un pass per il secondo turno.

Nel match più atteso di giornata, quello che inaugura il programma della Rod Laver Arena, Emma Raducanu ce la mette tutta contro la ben più quotata Coco Gauff. La sfida ‘under 40’ tra le due sembra ben indirizzata dopo un set, con la tennista statunitense decisamente più regolare e soprattutto meno fallosa.

La britannica reagisce in maniera selvaggia nel secondo set e addirittura prima di cedere al tie break si procura una manciata di set point sul 5-4.

Australian Open Coco Gauff
SHARE