Kyrgios dopo il successo: "Quando gioco gli stadi sono sempre pieni..."



by   |  LETTURE 2893

Kyrgios dopo il successo: "Quando gioco gli stadi sono sempre pieni..."

Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis hanno scritto una delle pagine più emozionanti ed inaspettate di questi Australian Open 2022. Lo Special K’s’, iscritti al torneo di doppio come Wild Card, hanno non solo entusiasmato la folla australiana accorsi a vederli, ma soprattutto vinto il loro primo slam.

Un trionfo finale inaspettato per i due ma che può essere un nuovo inizio per entrambi e non solo nella categoria del doppio maschile "Ho vinto alcuni grandi titoli in tutto il mondo nella mia carriera, ho giocato alcune partite incredibili.

Ma per me questa è la mia conquista numero uno” -debutta un raggiante Kyrgios in conferenza stampa- “Quando dico che non voglio ottenere questo con nessun altro, è perché è qualcosa di speciale con Kokkinakis.

Per tutta la settimana niente era scontato. In nessun momento mi è passato per la testa che avremmo potuto vincere il titolo. Forse una volta nei quarti di finale ho iniziato a pensarlo un po' Sono molto orgoglioso della dedizione che ho dimostrato per tutta la settimana con la mia squadra.

Non mi importa più molto della mia sconfitta con Medvedev, quello che ho fatto con Kokkinakis è pazzesco" L'australiano si dice cambiato
"Mi sento una persona completamente diversa, davvero. Sono solo felice.

Nei giorni che non ho la partita mi alzo alle 7.30, e qui alle 8.30 qui per fare un bagno di ghiaccio. Volevo solo ringraziare la mia squadra. Non ho avuto persone così buone intorno a me in passato. Non posso lamentarmi, sono state due settimane fantastiche.

E lo devo a Kokkinakis, che è venuto qui dopo aver vinto un titolo quest'estate, e non volevo rovinargli niente. Non possiamo mai sapere quanti altri Australian Open saremo in grado di giocare in futuro a causa di infortuni o se decideremo di non giocarli.

Questo ricordo è qualcosa che non dimenticheremo mai. Man mano che invecchiamo sarà: ricordate quando abbiamo vinto l'Australian Open?"

"C'è una ragione se gli stadi si riempiono quando gioco"

Il tennista australiano ha parlato anche dello storico trionfo di Ash Barty
"Non sono una persona invidiosa o gelosa dei successi degli altri.

Volevo solo mettermi comodo e guardarla lavorare duro per il titolo. Non sono affatto sorpreso. In giovane età sapevamo già che sarebbe stata in grado di fare grandi cose in questo sport. Doveva solo entrare nella mentalità giusta.

Mi è piaciuto vedere la gente divertirsi e sono stato felice che sia successo. Penso che abbiamo creato la migliore atmosfera su un campo da tennis in questo torneo. ll padre di Ash era lì e ha detto che è la migliore atmosfera sugli spalti che abbia mai visto.

La gente guarda le mie partite e gli stadi si riempiono ovunque io vada. C'è una ragione per cui gli ascolti sono quelli che sono e la gente è incollata alla TV quando giochiamo”. Ha preso la parola poi Thanasi Kokkinakis anche lui raggiante
"Ho avuto un estate incredibile.

Rispetto a quello che ho dovuto passare in questi ultimi anni, non posso chiedere niente di più. Adelaide era il mio trionfo numero uno, ma questo l’ha chiaramente superato. Essere un campione del Grande Slam con il mio amico, che conosco da quando avevo otto anni, fare un sacco di grandi cose insieme, grandi esperienze, è incredibile.

Non potevamo aspettarcelo. Sul fatto che hanno vinto il doppio giocando fuori dai classici schemi previsti
"Non siamo i fratelli Bryan. Quello che hanno fatto è stato incredibile. Non credo che sia il nostro caso. Quando giochiamo insieme, tutto è possibile.

Speriamo di poter giocare di più insieme quest'anno. Certamente non giochiamo un doppio tradizionale. Sarei molto sorpreso se qualsiasi coppia vincesse un Grande Slam in doppio, nel modo in cui abbiamo giocato. Ti mostra che non deve essere tutto un servizio e volley, come dicono i puristi.

Non credo che nessuno ora copierà il nostro stile nei doppi. Se gli specialisti del doppio cercano di giocare come noi, non funzionerà per loro. Così come se cerchiamo di giocare come loro, non funzionerà neanche per noi.

Ci sono molti modi di giocare in doppio. In sostanza per Kokkinakis è un inizio di 2022 incredibile
"Non avrei mai potuto immaginare quello che è successo in questo mese. Sapevo di cosa ero capace, ma hai sempre dei dubbi su quello che puoi fare, cosa succederà se non gioco così, cosa succederà se non vinco un titolo? Per avere l'estate che ho avuto, prima ho dovuto arrivare alle semifinali di Adelaide, e poi ho dovuto vincere il titolo.

E ora un Grande Slam. Ho detto alla mia squadra, dopo aver vinto ad Adelaide, che se mi sarei rotto il ginocchio il giorno dopo, non sarebbe successo nulla e sarei stato felice. Ho vinto un titolo, sono arrivato da dove sono arrivato, dal basso. Spero che questo sia un inizio, ma come ho detto, se questo è il meglio che posso avere, sono felice"