Pennetta parla di Sinner: "Il futuro è suo. Non dimentichiamoci che ha vent'anni"



by   |  LETTURE 11306

Pennetta parla di Sinner: "Il futuro è suo. Non dimentichiamoci che ha vent'anni"

Si era consapevoli che sarebbe servita l'ennesima impresa in questo torneo, ma era un sogno che cullava l'Italia sportiva quella di vedere due azzurri in una semifinale slam. Non sarà così perché Jannik Sinner non ha potuto nulla contro Stefanos Tsitsipas che ha deciso di dimostrare, proprio contro l'altoatesino, del perché oramai da diversi anni è stabilmente nelle primissime posizioni del ranking mondiale.

L'azzurro classe 2001, però, ha conquistato il suo miglior risultato in carriera nello slam australiano e questa sconfitta sicuramente gli servirà nel corso della propria carriera per poter sempre più migliorare, come dichiarato dallo stesso tennista in conferenza stampa.

"Il futuro appartiene a lui. Deve solo irrobustirsi e acquisire esperienza"

Ne è convinta anche l'ex tennista italiana Flavia Pennetta la quale ha rilasciato un'intervista all'Adnkronos: "La sconfitta contro Stefanos Tsitsipas fa parte del processo di crescita di Jannik perché perdere contro un campione come il greco è normale" -ha dichiarato- "Ha tre anni più del nostro giocatore e molta più esperienza avendo già giocato una finale Slam.

Non esce assolutamente ridimensionato, il futuro è suo" La campionessa azzurra, vincitrice dell'Us Open nel 2015 nella storica finale, tutta italiana, contro Roberta Vinci ha poi aggiunto: "Sinner ha tutti i colpi per arrivare a battere Tsitsipas e vincere un titolo dello Slam.

Deve solo irrobustirsi fisicamente e acquisire esperienza. Non dimentichiamoci che ha vent'anni, sarà sicuramente arrabbiato ma deve essere soddisfatto del suo torneo e continuare a lavorare come sta facendo. I risultati arriveranno di conseguenza"

Chi invece è riuscito nell'impresa di raggiungere le semifinali a Melbourne è stato Matteo Berrettini, dopo una partita epica contro Gael Monfils durata sino al quinto set. Il tennista romano è l'unico italiano sia ad essere arrivato così lontano in Australia e sia ad aver raggiunto in tutti e quattro gli slam almeno i quarti di finale.

Adesso "The Hammer" dovrà affrontare venerdì il venti volte vincitore slam Rafa Nadal che, così come lui, è stato protagonista di un'autentica maratona durata ben cinque set contro Denis Shapovalov.