Nick Kyrgios: "Hanno dato troppa attenzione a Djokovic, Nadal e Federer"



by   |  LETTURE 6162

Nick Kyrgios: "Hanno dato troppa attenzione a Djokovic, Nadal e Federer"

Dopo essere stati eliminati rispettivamente al secondo e al primo turno degli Australian Open, Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis si stanno imponendo, un po’ a sorpresa, nel doppio. I due australiani sono riusciti a conquistare l’accesso ai quarti di finale dopo aver superato in tre set Behar e Escobar mostrando una bella armonia, oltre che colpi di indubbia classe.
In conferenza stampa, soprattutto Kyrgios, ha toccato diversi argomenti parlando anche dei big three Djokovic, Nadal e Federer.

"È una vittoria sorprendente, un'altra vittoria agli Australian Open non può mai essere data per scontata -debutta il 26enne- Non sapevamo molto dei nostri avversari, sapevamo solo che avevano avuto molto successo l'anno scorso.

È stata dura, hanno servito molto bene, non avevamo molte opzioni per schiacciarli sulla seconda battuta. Nel secondo set abbiamo avuto qualche problema ma rapidamente nel terzo set siamo tornati in pista, questo è già il nostro miglior risultato in un Grande Slam.

Penso che arriviamo con l’età e la maturità necessaria per questo torneo, quindi sono entusiasta.Farò del mio meglio per riposare bene stasera, recuperare e tornare ad allenarmi. Kyrgios è convinto che, con Kokkinakis, sono i favoriti di questo slam:"Normalmente, quando posso nel sorteggio del singolare, poi perdiamo un po' di concentrazione nel doppio, ma questa volta sento una sensazione diversa.

Onestamente, ci sentiamo favoriti. Da come stiamo giocando è evidente che abbiamo molta fiducia, stiamo giocando meglio che mai come coppia. I tifosi sono con noi, ma non possiamo perdere la concentrazione. Dobbiamo concentrarci e ricordare i momenti del passato che sono stati difficili per fare meglio questa volta”.

"IL MATCH CONTRO MEDVEDEV E' DIFFICILE DA TROVARE CON ALTRI GIOCATORI"

Battuta finale poi sulla troppa attenzione, secondo il tennista australiano, che è stata data nei confronti dei big three Djokovic, Nadal e Federer: "Lo sport sta facendo un pessimo lavoro nell'accettare certe personalità, penso che abbiano commercializzato solo tre giocatori nell'ultimo decennio, cosa di cui si sono resi conto ora ed è per questo che stanno cercando di spingere alcuni giocatori della Next Gen.

Proprio come i due giovani canadesi possono fare cose speciali in questo sport (Auger-Aliassime e Shapovalov n.d.r), posso farlo anch'io. Ma il tennis ha sempre avuto questo problema ad accettare nuovi profili. Quello che mi attacca alla TV è guardare una partita di Thanasi, non importa se vinca o perda.

Il tennis ha bisogno di abbracciare questo un po' di più, il match dell'altro giorno con Medvedev è difficile da trovare con altri due giocatori, per non parlare che il livello di tennis è stato anche molto alto"