Australian Open - Barty continua a passeggiare: ai quarti Pegula. Sorpresa Keys



by   |  LETTURE 1864

Australian Open - Barty continua a passeggiare: ai quarti Pegula. Sorpresa Keys

Prosegue senza particolari intoppi la straordinaria marcia di Ashleigh Barty verso la finale. La numero uno del gruppone – che aveva lasciato solamente otto game a cavallo fra primo turno, secondo turno e terzo turno – trova un’avversaria più competitiva in Amanda Anisimova, che aveva aperto un varco nella parte alta del tabellone con i successi ai danni di Belinda Bencic e soprattutto di Naomi Osaka.

Manco a dirlo la padrona di casa spezza gli equilibri nel settimo game, salvo cancellare una palla per il contro-break nel turno di battuta immediatamente successivo, ma soprattutto si risolleva con un parziale di 5-1 dopo un atipico 0-2 iniziale.

Emblematico alla soglia degli ottanta minuti di gioco il 6-3 6-4 che vale la sfida con Jessica Pegula. Barty va quindi a caccia di una semifinale raggiunta in carriera solamente nella passata edizione. Fuori a sorpresa Maria Sakkari, che recupera in due occasioni un break di svantaggio nella frazione inaugurale, ma che non riesce a muovere il punteggio nel jeu decisif.

Alla statunitense basta poi un colpo nel cuore del secondo set per assestare la spallata decisiva e fissare il successo sul 7-6(0) 6-3. Confermato quindi il risultato della passata stagione.

Krejcikova asfalta Azarenka: ai quarti la sfida a sorpresa con Keys

Non ha il sapore della sorpresa il doppio 6-2 che Barbora Krejcikova arpiona nella parte iniziale di giornata contro la due volte campionessa del torneo Viktoria Azarenka.

La ‘regina di Parigi’ lascia infatti per strada appena quattro punti con la prima palla a disposizione e sfrutta soprattutto quattro delle cinque palle break a disposizione. Ai quarti la sfida con Madison Keys, banalmente la giocatrice più ‘calda’ del circuito in questo preciso momento di stagione.

Decima vittoria consecutiva nel circuito maggiore per la tennista statunitense, che contro una Paula Badosa piuttosto scarica – ed evidentemente provata dalla maratona con Marta Kostyuk al terzo turno – archivia la pratica in poco più di sessanta minuti con un nettissimo 6-3 6-1 e si avvicina a una semifinale che manca dal 2015 sul blu di Melbourne Park. Photo Credit: Getty Images