Australian Open - Nadal continua a migliorare: battuto anche Khachanov



by   |  LETTURE 2208

Australian Open - Nadal continua a migliorare: battuto anche Khachanov

Per la quindicesima volta agli Australian Open e per la cinquantunesima volta in un torneo dello Slam, Rafa Nadal raggiunge quanto meno gli ottavi di finale. Nonostante una pausa nel cuore del terzo set, il campionissimo spagnolo gioca una partita praticamente perfetta contro Karen Khachanov.

Emblematico il 6-3 6-2 3-6 6-1 che matura alla soglia delle tre ore di gioco. Sulla strada per i quarti di finale il vincente del match tra Adrian Mannarino e Aslan Karatsev, semifinalista della passata edizione.

Nadal agli ottavi di finale in Australia per la quindicesima volta

Lo scorrere nel tempo non sembra intaccare le ambizioni del campionissimo spagnolo.

Praticamente perfetto anche ai piedi della seconda settimana. Veloce, pulito, solido. Nadal si presenta con un parzialone di 3-0 e conserva il servizio senza particolari affanni. Per l’esattezza lascia per strada un solo punto, peraltro con la seconda.

Khachanov – spettatore inerme – tenta in tutti i modi di variare il piano tattico e gli angoli del servizio. Pur rispondendo in prossimità della scritta ‘Meloburne’ il venti volte campione Slam riesce sempre a fare la cosa giusta.

La quinta chance utile in avvio di secondo si rivela quella buona per assestare la spallata decisiva. Khachanov condensa la stragrande maggioranza delle attenzioni nel quarto game. Passa Nadal con uno straordinario rovescio dopo sul 40-30 e vince lo scambio più lungo del match sul 40-40.

La reazione dello spagnolo? Prima serve al corpo per riprendersi la parità, poi rimette la testa avanti con lo schema servizio-dritto e un precisissimo serve&volley. Evidentemente svuotato dalle circostanze, dopo il momento di esaltazione, Khachanov lascia nuovamente per strada il servizio e trova armi sufficientemente valide per muovere il punteggio solamente in un’altra occasione.

Ovviamente deresponsabilizzato dalla situazione, Khachanov adotta un piano tattico decisamente più aggressivo e approfitta in qualche modo delle disattenzioni del maiorchino, meno pungente con il servizio e meno lucido nelle scelte da fondocampo.

Il russo, che sul 3-1 cancella tre palle per il contro break, ha addirittura una chance per schizzare sul 5-1. Gentilmente concessa fra le altre cose da un doppio fallo. Nadal non trova più armi sufficientemente valide per rimettere in sesto il parziale, ma schiaccia sul tasto ‘reset’ in avvio di quarto e lascia per strada un solo game.

Il passante di dritto che certifica il primo break è la fotografia perfetta per riassumere la giornata. Photo Credit: Getty Images Photo Credit: Getty Images