Australian Open - Buona la prima per Nadal. Berrettini batte problemi e Nakashima



by   |  LETTURE 2199

Australian Open - Buona la prima per Nadal. Berrettini batte problemi e Nakashima

Centonove minuti. Di tanto ha bisogno Rafa Nadal per tagliare il traguardo delle settanta vittorie agli Australian Open e per rimanere imbattuto al primo turno dopo diciassette anni. Povero di colpi di scena il primo confronto con Marcos Giron, che un match nel tabellone principale dello Slam down under deve ancora vincerlo.

Il campionissimo spagnolo – che con la prima palla a disposizione lascia per strada appena sette punti – cancella le uniche due palle break che mette sul piatto del tennista statunitense, come da protocollo domina il confronto-diretto da fondocampo e qualche difficoltà la condensa solamente nel secondo set.

Anche se in realtà spezza gli equilibri in avvio e una manciata di set point se li procura anche sul 5-3. Insomma: lascia poco spazio alle interpretazioni anche il 6-1 6-4 6-3 finale: al secondo turno potrebbe esserci Thanasi Kokkinakis, chiamato comunque al test Yannick Hanfmann dopo il successo ad Adelaide.

Berrettini fatica ma passa

Matteo Berrettini batte Brandon Nakashima e i problemi di stomaco. La più alta testa di serie rimasta nella parte alta del tabellone – data ovviamente l’assenza di Novak Djokovic – in realtà ha bisogno degli straordinari per annotare il talento statunitense sul taccuino delle vittime a Melbourne Park.

Dopo un primo set ‘contratto’ il numero uno del gruppo Italia limita considerevolmente il numero degli errori non forzati e controlla con più autorità gli scambi prolungati. Berrettini, che spreca una chance in risposta nel quinto game, è costretto a chiedere l’intervento del medico e soprattutto a cancellare due set point sul 4-5.

Superato presumibilmente il più complicato degli ostacoli, il romano domina il tie break e mette la testa avanti. Finita? Macchè. Costretto a scappare in bagno dopo tre game, Berrettini riesce ad acciuffare il break decisivo e nonostante le difficoltà ad archiviare la pratica con un complicatissimo 4-6 6-2 7-6(3) 6-3.

Poche sorprese nella parte iniziale di giornata, con Carlos Alcaraz che senza particolari difficoltà si sbarazza di Yoshito Nishioka. Tutto facile per Gael Monfils, lascia un set per strada Karen Khachanov, ha bisogno degli extra per abbattere la resistenza di Egor Gerasimov anche Hubert Hurkacz. Photo Credit: Getty Images