Australian Open Q - L'Italia non parte benissimo: 3 vittorie e 5 sconfitte nel day-1



by   |  LETTURE 1511

Australian Open Q - L'Italia non parte benissimo: 3 vittorie e 5 sconfitte nel day-1

Tre vittorie e cinque sconfitte. Questo il bilancio per il tennis azzurro nel tabellone cadetto a Melbourne Park. Dura poco più di un set la resistenza di Andrea Pellegrino contro Maxime Lestienne. Il tennista francese, che rimedia di fatto a un primo set da incubo, sigilla di fatto il successo sul 2-6 6-1 6-2 e raggiunge quanto meno il secondo turno nelle qualificazioni.

Stessa sorte per Lorenzo Giustino, che un set di svantaggio non lo sfrutta parallelamente contro il tennista di casa Jason Kluber. Chiamato a custodire un rocciosissimo vantaggio di 6-3, l’azzurro raccoglie praticamente quattro game a cavallo tra il secondo e il terzo set.

I sogni di Filippo Baldi si infrangono invece insieme al tie break nel corso del primo set nella sfida con Radu Albot. Il tennista azzurro, che non sfrutta un break di vantaggio e che si ritrova addirittura a rispondere sul 4-5, non riesce a ricomporre i pezzi nel rush finale.

Il 7-6(5) 6-2 si rivela praticamente una conseguenza logica. L’unico successo azzurro nel tabellone maschile lo mette a segno Thomas Fabbiano. Thiago Seyboth Wild si ritira nel cuore del terzo set (sul 6-7 7-5 3-1) a causa di un problema fisico.

Al secondo turno la sfida con Frederico Ferreira Silva.

Due vittorie e due sconfitte nel tabellone femminile

Tutto incredibilmente facile per Lucia Bronzetti, che lascia per strada appena due game (peraltro nel primo set) nella sfida di primo turno contro la numero 157 del mondo Amanda Hesse.

Elisabetta Cocciaretto condensa invece nel secondo set la stragrande maggioranza delle difficoltà nella sfida con Lara Arruabarrena ma supera quanto meno il taglio del primo turno. La tennista azzurra, che si apre la strada con un 6-0 povero di difficoltà, recupera un break di ritardo nel secondo in due occasioni ed evita il tie break.

Niente da fare per Lucrezia Stefanini, battuta in tre set dalla bulgara Govortsova. Non va oltre il primo turno neanche la marcia di Federica Di Sarra: passa la numero undici del seeding Harriet Dart con un rocciosissimo 6-4 6-3. Photo Credit: Getty Images