Australian Open, tennisti sconvolti dagli orari stabiliti per gli allenamenti



by   |  LETTURE 3210

Australian Open, tennisti sconvolti dagli orari stabiliti per gli allenamenti

L'ultima novità in ordine di tempo in questo antipasto targato Australian Open, che vedrà l'inizio del torneo stabilito per giorno otto febbraio, sono gli orari di allenamento dei tennisti stabiliti dagli organizzatori del torneo.

Il programma di allenamento di martedì è già uscito e i giocatori sono rimasti a bocca aperta perché c'è chi dovrà alzarsi presto, probabilmente troppo presto per potersi allenare.

Per evitare in tutto i modi assembramenti e quindi l'affollamento negli spazi destinati alle sessioni di training, gli oganizzatori hanno dovuto diviedere le sessioni calcolando le esigenze degli atleti e il tempo a disposizione durante l'arco della giornata.

Considerato il numero di atleti che devono allenarsi, gli orari di inizio delle sessioni è stato fissato alle 6.30 del mattino nei tre spazi riservati di Melbourne Park, National Tennis Centre e Albert Reserve. I tennisti a cui è andata peggio sono i cinesi Yifan Xu e Zhaoxuan Yang, ad esempio, che sono stati assegnati su campo per giocare alle 6.30 del mattino.

Quando termineranno, al loro posto ci sarà la spagnola Lara Arruabarrena. Il sudafricano Kevin Anderson, finalista agli Us Open 2017 e a WImbledon 2018 sara costretto ad allenarsi alle 7:50 del mattino. E tutto questo senza poter cambiare lato del campo, secondo quanto stabilito dai protocolli sanitari fissati dal governo australiano.

Caos allenamenti, orari improponibili

Inoltre, Jon Wertheim di Sports Illustrated ha pubblicato la lettera inviata dall'ATP agli allenatori e agenti in materia di viaggio, dopo la cancellazione della sessione di allenamento di lunedì: “Vogliamo rassicurarti che stiamo cercando incessantemente di migliorare le condizioni per i giocatori, ove possibile.

Siamo consapevoli che al momento ci sono grossi problemi per i giocatori. Finora, le informazioni fornite sono che il sistema di trasporto gestito dal governo sta creando difficoltà, causando la cancellazione di alcune sessioni di allenamento.

Tennis Australia sta lavorando giorno e notte per cercare di risolvere il problema con urgenza. Ieri l'ATP ha chiesto a Tennis Australia di fornire più supporto a quei giocatori che purtroppo saranno costretti a restare chiusi nella stanza per 14 giorni, così come a tutti gli altri giocatori ”.