Incertezza Australian Open 2021: ecco gli ultimi aggiornamenti



by   |  LETTURE 2402

Incertezza Australian Open 2021: ecco gli ultimi aggiornamenti

L’incertezza verso il futuro domina il pianeta e non risparmia, ovviamente, nemmeno il mondo del tennis. La pandemia corre e programmare quello che accadrà fra qualche settimana appare sempre come una triste utopia.

Eppure la pianificazione è d’obbligo, nonostante tutti siano costretti a navigare a vista. I dubbi continuano ad aleggiare anche sul primo slam della prossima stagione, l’Australian Open, l’anno scorso teatro dell’ultimo match stagionale di Roger Federer e della vittoria di Nole Djokovic in una finale combattutissima contro il fresco vincitore di New York Dominic Thiem.

I giocatori sono impazienti e i media non sono da meno. Insomma tutti vorrebbero conoscere più informazioni possibili per programmare il principio della nuova stagione. Poche ore fa, un nuovo tassello si è aggiunto a questo puzzle di dichiarazioni, speculazioni e speranze che porterà a fare (si spera) una maggiore chiarezza sulla fattibilità del primo slam dell’anno.

Daniel Andrews, Primo Ministro dello Stato di Victoria, ha comunicato che la regione di cui è a capo ha rifiutato l'arrivo dei giocatori a dicembre, in quanto non prevederà una quarantena durante l’ultimo mese dell’anno.

In occasione di questo ultimo aggiornamento, Craig Tiley, direttore degli Australian Open, ha voluto inviare un messaggio ai giocatori per fare il punto della situazione sulla base delle ultime istanze governative.

Ecco le fresce parole del direttore del torneo

“Ieri sera tardi il governo del Victoria ci ha informato che non avremmo potuto mettere in atto una quarantena a dicembre.

Attualmente stiamo ricercando maggiori dettagli per capire se tali sviluppi saranno prorogati anche per le prime due settimane di gennaio e se saremo in grado di ospitare tornei durante quel periodo. Ciò dipenderà interamente dalle condizioni di quarantena imposte dal Dipartimento di Victoria.

Forse permetteranno che i tornei si svolgano in una bolla di quarantena, cioè senza folla. Le nostre sincere scuse per la continua incertezza, ma come sapete, non dipende da noi. Le ultime mosse del governo vi consentiranno di trascorrere il Natale a casa e di prepararvi per l'AO come negli anni precedenti, ma al tempo stesso lascia delle incertezze sulla possibilità di prenderei voli aerei in quel periodo.

L'unico messaggio che ho per voi è che non appena avremo la prima data disponibile per ospitare persone e ospitarle qui da noi in quarantena, saremo in grado di fornirvi tutte le informazioni e l'assistenza di cui avrete bisogno per arrivare qui"

Tanta ancora la nebbia, come prevedibile. La speranza per tutti noi è che il 2021 sia l’anno di una vera e propria rinascita e lo stesso discorso vale per il mondo del tennis, consapevole dei rischi ma desideroso di inaugurare una stagione di pace e di grandi tornei, a cominciare dal Majour australiano.