Australian Open - Kyrgios sopravvive a Khachanov e raggiunge Nadal. Ok Medvedev



by   |  LETTURE 2283

Australian Open - Kyrgios sopravvive a Khachanov e raggiunge Nadal. Ok Medvedev

Nick Kyrgios è un patrimonio da custodire con cautela. Piaccia o meno, rappresenta un unicum nell'universo Atp. Il padrone di casa vive l'ennesima notte di ordinaria follia, condita manco a dirlo da un mezzo-litigio con il giudice di sedia, sulla Melbourne Arena si libera di un macigno.

Il talento australiano accarezza la vittoria nel terzo set, ma trova sostanzialmente un rifugio solamente nel quinto set. Nella sfida con Karen Khachanov - che nel corso della rimonta cancella anche un match point - si aggrappa quasi completamente al servizio, costruisce la stragrande maggioranza dei punti con i primi due colpi e accumula una buona quantità di energie fisiche, ma soprattutto mentali, solo con l'ausilio del pubblico.

Nonostante un vantaggio iniziale di 3-0 nel super tie break finale, che dilapida con una manciata di leggerezze da fondocampo, scivola fino al 7-8 e riprende la faccenda per i capelli con margini praticamente nulli. Con una splendida soluzione di rovescio in lungolinea e un mini-parziale finale, alla soglia delle quattro ore e trenta di gioco sigilla il successo sul 6-2 7-6(5) 6-7(6) 6-7(7) 7-6(8).

E si piazza nello spicchio di tabellone di Rafa Nadal. Lo ha battuto a Wimbledon (nel 2014) a Cincinnati (nel 2017) e ad Acapulco (nel 2019). Non sappiamo come ci arriverà. «C'è gente che ha più bisogno dei soldi di me.

Adesso gioco per loro». Alexander Zverev ha fatto una promessa. Donerà diecimila dollari per ogni vittoria e devolverà l'intero prize-money in caso di successo finale. Non rientra di certo nel pacchetto dei favoriti, ma al tavolo degli ottavi di finale ha trovato comunque una sedia.

Tutto facile con Fernando Verdasco (che non è riuscito a consolidare un break di vantaggio nel terzo set) battuto con un secco 6-2 6-2 6-4. La sfida con Andrey Rublev potrebbe riservare ovviamente delle problematiche.

Il Late Night Show sulla Rod Laver Arena ha come ospite Daniil Medvedev. Il numero cinque del mondo abbatte la resistenza di Alexei Popyrin con un facile 6-4 6-3 6-2 e prenota la sfida con Stan Wawrinka. L'elvetico - che ha approfittato dopo poco più di un set del ritiro di John Isner - nei due precedenti Slam ha comunque raccolto in totale due set.

La cura Conchita Martinez sembra invece funzionare. Garbine Muguruza è ritornata a divertire e a divertirsi. Dopo i quarti di finale a Hobart e Shenzhen, ha infatti superato il taglio del terzo turno anche a Melbourne Park.

Dopo i tre set con Shelby Rogers e Alja Tomljanovic, ha aggiunto alla collana dei successi la perla più preziosa. Nell'atto numero dodici della saga con Elina Svitolina ha giocato una partita praticamente perfetta.

Che manco a dirlo ha impreziosito con 31 vincenti e quasi il 90% dei punti con la prima palla. Con cinque break (che spalma in maniera perfetta a cavallo tra i due set) il 6-1 6-2 finale è stato praticamente l'unico risultato disponibile.

Agli ottavi avrà Kiki Bertens. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images