Australian Open - Djokovic sempre più in forma. Disastro Serena Williams!



by   |  LETTURE 3568

Australian Open - Djokovic sempre più in forma. Disastro Serena Williams!

Da Melbourne - È ufficialmente iniziata la caccia di Novak Djokovic all’ottavo Australian Open della sua strepitosa carriera. Dopo aver trattenuto il freno nei primi due round, il campione serbo ha alzato i giri del motore quest’oggi sulla Rod Laver Arena schiantando il povero Yoshihito Nishioka col risultato di 6-3 6-2 6-2 in meno di un’ora e mezza.

Come già avvenuto nei turni precedenti, il fenomeno di Belgrado ha offerto un rendimento pazzesco al servizio: 17 aces e soli otto punti persi in battuta (54/62) gli hanno permesso di accedere per la dodicesima volta alla seconda settimana dell’Happy Slam.

Si tratta inoltre del suo 50° ottavo di finale in un Major. Ad attenderlo domenica c’è un Diego Schwartzman in grandissimo spolvero, che ha liquidato Dusan Lajovic grazie allo score di 6-2 6-3 7-6(7) in un match controllato dall’inizio alla fine (se si eccettua un lieve passaggio a vuoto a metà del terzo set).

Nole conduce 3-0 negli head-to-head, ma sia al Roland Garros nel 2017 che agli Internazionali BNL d’Italia lo scorso anno l’argentino ha dimostrato di poter essere un avversario temibile. “Sono stato anche un pizzico fortunato verso la fine, ma sono contento di essere arrivato alla seconda settimana qui.

Credo di essere stato molto solido, ho servito bene e ho colto quasi tutte le opportunità che mi sono capitate. Novak è un grandissimo giocatore, una leggenda del nostro sport. Voglio pensare soltanto a recuperare bene le energie per farmi trovare pronto domenica” – ha dichiarato ‘El Peque’.

Il pubblico della Rod Laver Arena ha faticato a riprendersi dalla scioccante debacle di Serena Williams, il cui tentativo di eguagliare il record di Margaret Court sta assumendo sempre più i contorni di una maledizione.

La 23 volte campionessa Slam ha alzato bandiera bianca dinnanzi a Qiang Wang, che ha realizzato l’impresa più emozionante di tutta la sua carriera. Quattro mesi fa le due si erano sfidate ai quarti dello US Open, con l’americana che aveva concesso un solo game in 45 minuti di assolo (la cinese aveva raccolto la miseria di 15 punti).

Stavolta il copione è stato ben diverso, anche per i demeriti di una Williams fallosissima e ben lontana da un livello accettabile. Un pizzico di tensione accusato da Wang al momento di chiudere ha rimesso tutto in discussione, ma Serena non è riuscita a completare la rimonta arrendendosi 6-4 6-7(2) 7-5 tra lo sgomento generale.

Era addirittura dal 2006 che la Williams non usciva dagli Australian Open così presto. Altri tempi, altra Serena. Clicca qui per visualizzare tutti i risultati della quinta giornata