Australian Open - Sharapova fantastica, Wozniacki abdica


by   |  LETTURE 1723
Australian Open - Sharapova fantastica, Wozniacki abdica

Mancava da un po’ ed è una partita di cui si avverte la mancanza. Mancava anche rivedere una Maria Sharapova in queste condizioni; entrambe le notizie sono buone, ottime per l’universo femminile, eccezion fatta per Caroline Wozniacki.

La campionessa del 2018 abdica e cede nella difesa del titolo già dal terzo turno, colpa anche di un sorteggio diabolico che la ha messo di fronte la più forte tra le teste di serie “basse”. Wozniacki parte meglio, centra il break in avvio e scappa fino al 4-1.

Con parziale di 12-3, Sharapova rientra immediatamente completando l’aggancio sul 4-4. Nel nono game Wozniacki tiene dentro poche prime, Sharapova molte risposte. Un pasticcio in avanzamento costa il secondo break di fila in favore della siberiana che, con la battuta a disposizione, allunga poi il parziale a cinque giochi consecutivi fissando lo score sul 6-4 dopo 50 minuti con un dritto vincente.

Tra primo e secondo set si chiude nuovamente il tetto della Rod Laver Arena. La prevedibile reazione di Wozniacki si sostanzia in una nuova fuga iniziale fino al 3-0; lo strappo, tuttavia, viene frustrato ancora e spento sul nascere con Masha che risale subito 3-3. Stavolta, però, Caroline tiene la testa del punteggio, mentre se Sharapova riesce a salvarsi con la prima di servizio nell’ottavo game, non fa il bis due game dopo. Col doppio fallo Maria offre il set point, col dritto in rete si condanna al 6-4.

Il terzo set era il terreno di caccia prediletto dalla siberiana e oggi, a tratti, Sharapova sembra quella che fu. Fino al 3-3 fila tutto liscio rapidamente. Dal 3-3 in poi la partita finisce. Quattro risposte straordinarie rappresentano la spallata di Sharapova che scappa sul 4-3, affonda nel game seguente e chiude addirittura i conti con un game di vantaggio sulla tabella di marcia e un secondo break a siglare il 6-3 finale dopo quasi due ore e mezza di battaglia.

Sarà molto interessante vedere ora la sfida agli ottavi tra Sharapova e Ashleigh Barty, una delle giocatrici più calde del momento. In apertura di programma l'australiana soffre soltanto un set sulla Rod Laver Arena contro Maria Sakkari e poi dilaga.

Oltre a Wozniacki, abbandona la compagnia un'altra inserita nel lotto delle favorite. Si tratta di Aryna Sabalenka che viene travolta dai 21 vincenti in un'ora e poco più di una fenomenale Amanda Anisimova, anni 17. L'americana si presenta ufficialmente al grande palcoscenico del tennis mondiale con una prestazione suberba. Pronosticarne un futuro di vertice non solo non è avventato, ma è addirittura troppo semplice.

Vince soffrendo tantissimo Sloane Stephens, che ha bisogno di due tie-break e due ore per liberarsi di Petra Martic.

AUSTRALIAN OPEN, 3° turno:
[30] M. Sharapova b. [3] C. Wozniacki 6-4 4-6 6-3
[15] A. Barty b. M. Sakkari 7-5 6-1
[5] S. Stephens b. [31] P. Martic 7-6(6) 7-6(5)
A. Anisimova b. [11] A. Sabalenka 6-3 6-2
A. Pavlyuchenkova b. A. Sasnovich 6-0 6-3