AUSTRALIAN OPEN - Berrettini fortunato, bene Caruso, Sonego batte Tomic!

-  Letture: 1604

Dalle qualificazioni arrivano al tabellone principale degli Australian Open altri tre italiani. Tra i quattro ancora in lizza Lorenzo Sonego era quello che aveva l’avversario più proibitivo. E invece il piemontese è riuscito ad avere la meglio su Bernard Tomic, lo scostante talento australiano a cui la federazione australiana ha negato una wild card per l’accesso diretto al main draw.

Sonego, alla sua prima apparizione in uno Slam, ha saputo domare l’ex top 20 in tre set grazie alla solidità del servizio: appena due sono state le palle break concesse nell’intero match, durato quasi due ore.

Vinto il primo parziale 6-1, Sonego ha perso per 7-5 il tie-break del secondo. Salvata una palla break sul 4-4 nel set decisivo, ha poi strappato il pass per il tabellone al terzo match point nel game successivo. Lorenzo tenterà una nuova impresa nel tabellone principale contro Haase.

Prima volta anche per Salvatore Caruso in uno Slam, anche se lui tra il 2016 e il 2017 aveva già partecipato alle qualificazioni di tutti e quattro i maggiori tornei del circuito. Nell’ultimo incontro della giornata il siciliano ha superato in rimonta Mathias Bourgue con il punteggio di 3-6 7-6(5) 6-4.

La svolta decisiva del match è avvenuta nel quinto gioco del terzo set, quando Caruso è riuscito a portarsi avanti di un break alla settima balla break del game. Avanti 3-2, Caruso ha mantenuto il vantaggio non perdendo più neanche un punto sui suoi turni di servizio.

Il siciliano se la giocherà al primo turno contro Malek Jaziri. Tira un sospiro di sollievo Matteo Berrettini, che viene ripescato come lucky loser al termine di una rocambolesca sconfitta.

C’era grande attesa per il giovane romano, il quale avanti di un set contro Denis Kudla si è visto rimontare dal venticinquenne numero 176 del mondo. Berrettini è arrivato a un passo dalla qualificazione: avanti 3-0 nel terzo set, sul 5-4 ha avuto due palle match consecutive sul suo servizio.

Giocherà ugualmente il suo primo Slam australiano, contro Mannarino. Non ce l’ha fatta invece Sara Errani. La bolognese è stata battuta in due set da Luksika Kumkhum in meno di un’ora e un quarto.

Andata in vantaggio di un break nel terzo game del primo set, Errani non è più riuscita a tenere un turno di servizio nell’intero match (sette servizi persi sugli otto totali), perdendo così con il punteggio di 6-4 6-1.

Clicca qui per vedere i risultati di Melbourne

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓