Rafa Nadal: ´Ho lottato fino alla fine nel rispetto del pubblico e di Wawrinka´



by   |  LETTURE 4875

Rafa Nadal: ´Ho lottato fino alla fine nel rispetto del pubblico e di Wawrinka´

Tanta amarezza per Rafa Nadal al suo arrivo in sala stampa, dopo la sconfitta subita da Stanislas Wawrinka nella finale di Melbourne. Ma nessun rimpianto per il numero uno del mondo, il quale sa di aver fatto tutto il possibile per regalare al pubblico una partita.

Lo spagnolo ha innanzitutto spiegato il problema alla schiena: "Avevo dei fastidi alla schiena già durante il riscaldamento, poi la situazione è peggiorata alla fine del primo set.

Nel secondo set, mentre ero al servizio, ho fatto un movimento brusco e ho avvertito una terribile sensazione, la mia schiena era completamente rigida."

Ma non è questo, secondo Rafa, il momento di parlare dei suoi problemi fisici: "Non ho voglia di parlare della mia schiena.

Oggi non è il mio giorno, è il giorno di Stan e dobbiamo fargli i complimenti, ha giocato incredibilmente bene e ha meritato questo trofeo. Ha avuto un 2013 fantastico e all'inizio di questa stagione ha già portato a casa due titoli.

Sono molto felice per lui, è davvero un bravo ragazzo." All'inizio del secondo set, Nadal ha chiesto una piccola pausa per lasciare il campo e sottoporsi ad un trattamento del fisioterapista... decisione che ha generato una reazione negativa di Wawrinka, il quale ha preteso delle spiegazioni da parte del giudice di sedia.

Anche la stampa ha provato a chiedere allo spagnolo maggiori informazioni al riguardo: "Non so dirvi cosa sia successo" ha risposto Nadal. "Potete chiederlo al fisioterapista, io ero troppo preoccupato per pensare a cosa stesse accadendo in quel momento.

Credo che il terapista abbia provato a dare un po' di sollievo alla mia schiena."

"Il ritiro era davvero l'ultima cosa a cui avrei voluto pensare. Odio abbandonare il campo, soprattutto in finali come questa.

Lavori un anno intero per raggiungere questi traguardi ed è triste non essere in grado di giocare al meglio in questi momenti. Non era una situazione facile per me, ma ho provato a lottare fino alla fine, ho cercato di giocare un buon match per il pubblico, per il mio avversario e per me stesso.

Ho fatto il possibile, ma era impossibile vincere, Stan è stato molto bravo."
RIVIVI IL LIVE
LA CRONACA LE PAROLE DI WAWRINKA

I VIDEO