Le rivoluzionarie Nike GP Turbo



by   |  LETTURE 2095

Le rivoluzionarie Nike GP Turbo

Nike è da sempre sinonimo di innovazione sia a livello tecnico che a livello stilistico e questa regola non cambia cone le Nike Air Zoom GP Turbo. Il giovanissimo Frances Tiafoe è stato scelto come testimonial per la campagna di lancio di questa scarpa ed è stato il primo ad averla portata in campo.


Come si può notare subito a primo impatto, le Nike GP Turbo ricordano molto le scarpe da basket e infatti diversi spunti sono stati ripresi da quest'ultime. Struttura della calzatura abbastanza alta, imbottita ed esteticamente ricca di colori accesi e linee particolari.

La versione bianca e viola è sicuramente la più “sobria” ed elegante, mentre l'ultima nata riprende tutti i colori della più recente collezione di outfit, omaggio ad Andre Agassi, e li inserisce nella scarpa (questo ne giustifica la differenza di prezzo).

La peculiarità di queste scarpe è senza ombra di dubbio il livello di ammortizzazione che raggiunge l'eccellenza. Sembra di avere le molle ai piedi! Questo è dovuto alla nuova disposizione della tecnologia Air Zoom che, come nel basket, è stata disposta per tutta la lunghezza della scarpa ed è stata spostata più vicina alla pianta del piede e meno nascosta nell'intersuola.

A questo aspetto si va ad aggiungere una grande stabilità grazie alla tecnollogia Dynamic Fit. Il piede si sente ben avvolto dalla scarpa e questo permette di avere il massimo sostegno durante i cambi di direzione. Fin qui abbiamo analizzato gli elementi derivanti dal basket, ma Nike ha voluto attingere anche dal settore running per quanto riguarda la costruzione della tomaia.

Realizzata in TPU semitrasparente, offre grande flessibilità e allegerisce una scarpa di per sé pesante con i suoi 459 grammi. Qui però viene fuori l'unica grande pecca delle Nike GP Turbo, ovvero una traspirabilità non eccezionale che si fa notare soprattutto con le alte temperature.

Siamo sicuri che Nike porrà rimedio con i prossimi aggiornamenti.
Concludiamo questa analisi con la suola che denota un battistrada più ampio nelle zone a più alto rischio usura nella parte mediale, mentre è più stretto e ravvicinato sulla parte esterna.

La suola è adatta a tutte le superfici, soprattutto a quelle in cemento.
Insomma, Nike come al solito non tradisce. Scarpa rivoluzionaria, unica nel look e nelle sue contaminazioni provenienti dal mondo del basket e del running.

Confortevole, stabile e soprattutto con un’ammortizzazione fuori dal comune. Chi cerca grande stabilità e sostegno nei cambi di direzione amerà questa scarpa e chiuderà un occhio sui piccoli problemi di traspirabilità.


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL MODELLO ISPIRATO ALL'OUTFIT DI ANDRE AGASSI
CLICCA QUI PER ACQUISTARE GLI ALTRI DUE MODELLI CON UN'OFFERTA SCONTATA