Stefanos Tsitsipas - La recensione della sua racchetta


by   |  LETTURE 2193
Stefanos Tsitsipas - La recensione della sua racchetta

Stefanos Tsitsipas non comincia alla grande questo 2020 uscendo al terzo turno degli Australian Open. Rimane tuttavia uno dei più promettenti next gen, ultimo vincitore delle ATP Finals di Londra. Il campione greco utilizza una Wilson Blade 98 v7.0.

La serie Blade di Wilson è tra le più popolari e apprezzate sul mercato, storicamente ideale per i giocatori che prediligono un attrezzo preciso che restituisce massimo controllo e meno demanding in fatto di potenza.


Wilson aggiorna la sua linea Blade con l’introduzione della nuova famiglia Blade v7, racchetta usata oltre che da "Tsitsi" anche da altri campioni del calibro di Milos Raonic, Karen Kachanov, David Goffin e Kiki Bertens.


Il suo design classico è molto pulito ed elegante: parte inferiore del fusto nera, mediana grigia e verde lime nella zona superiore che identifica immediatamente questa nuova linea Blade. Wilson ha apportato alcune modifiche costruttive rispetto alla serie Clash.

Il materiale antivibrante Countervail è stato sostituito da una versione aggiornata della nuova tecnologia Feel Flex, evoluzione della tecnologia Free Flex presente nella Clash. Con la mappatura in carbonio posizionata in maniera strategica nel telaio della racchetta, si ottiene un maggiore feeling con la palla, una sensazione di totale controllo e di massima sensibilità.

Questa nuova tecnologia aggiunge anche stabilità e potenza, migliorando notevolmente flessibilità e reattività rispetto al modello con il Countervail. Altro aggiornamento è rappresentato dal Top Grip Taper.

L’impugnatura consente una presa affusolata lunga, che facilita e rende ora più comodo il posizionamento della mano superiore per i bimani. La versione 18x20 ha il più alto coefficiente inerziale della serie a 98 pollici e anche il profilo è stato ridisegnato e appare ora molto più squadrato (Flat Beam di 21mm) per aumentare stabilità e controllo.

Il peso è rimasto invariato (305g), mentre è stato spostato verso il manico il bilanciamento che ora si ferma a 320mm. Questo ha permesso di ottenere una maggiore maneggevolezza, che si traduce con una maggiore velocità del braccio.

Se dovessimo sintetizzare diremmo che la Wilson Blade 98 v7.0 (18x20) è : potente nei colpi dalla linea di fondo e al volo un po' meno nel servizio, precisa come un bisturi in tutte le zone del campo, sufficientemente manovrabile per i punti a rete.

Un buon braccio e una buona tecnica sicuramente la esaltano. E chi vuole una Blade, lo deve sapere.
CLICCA QUI PER LA RECENSIONE DETTAGLIATA E LA POSSIBILITÀ DI ACQUISTARLA A SOLI 172,80 €, invece di 240,00 €