String-Kong in serie limitata: Spin Drill!


by   |  LETTURE 2615
String-Kong in serie limitata: Spin Drill!

Introduciamo oggi le Spin Drill, una serie di incordature proposta da String-Kong in 3 varianti e in tiratura limitata. E per farlo, partiamo dalla considerazione finale: se non fosse così divertente giocarci (nel senso più ludico dei termini), avremmo titolato “String-Kong si regala una linea da collezione”.

Eh già, perché le Spin Drill potrebbero essere il classico oggetto da acquistare e conservare nuovo, perfettamente imballato, negli scaffali della propria camera (mogli, fidanzate e/o madri permettendo!); per due motivi. Il primo, ve lo abbiamo anticipato, è che si tratta di un prodotto che la casa madre ha annunciato di voler produrre in serie limitata. Il secondo, più personale, anche se siamo sicuri che in molti condivideranno la nostra opinione, è che ancora una volta String-Kong ha creato un packaging dal design innovativo e assolutamente sconvolgente dal punto di vista cromatico. Sicuramente non una delle caratteristiche che il mercato delle corde da tennis considera primarie, almeno per ora: noi, invece, riteniamo questo approccio una vera e propria innovazione nel settore.

Tuttavia… è stata la prova sul campo a stabilire che le Spin Drill non rimanessero negli armadi della nostra redazione. E, finalmente, vi spieghiamo perché.

Come accennavamo all’inizio, String-Kong propone 3 varianti della serie Spin-Drill: Control, Power e Feel, ciascuna utilizzabile anche con il syngut sulle verticali in modalità “reverse”.

Si tratta sostanzialmente di set “ibridi” formati da corde per le quali String-Kong aveva avuto ottimo riscontro durante lo sviluppo di nuovi prototipi, cosa che ha convinto l’azienda a proporre al mercato queste edizioni limitate.

I feedback dei nostri play-test hanno confermato come caratteristiche comuni per tutti e 3 i modelli la giocabilità (sweet spot ampio, dwell time medio alto, bassa rigidità, ecc.) e la facilità nel generare spin. Accompagnati da un buon livello di comfort.

Del resto, la stessa String-Kong dichiara, presentando le Spin Drill, di voler strizzare maggiormente l’occhio a giocatori di tennis di livello medio o ancora in evoluzione, che non vogliono però rinunciare al gusto e al divertimento di sperimentare nuove sensazioni nell’impatto tra pallina e piatto corde.

Ogni variante delle Spin Drill conserva, infatti, delle caratteristiche peculiari che la distinguono dalle altre. Passiamole rapidamente in rassegna.

Spin Drill CTRL: Ibrido composto da monofilamento rosso a sezione triangolare “twistato” e syngut nero di ultima generazione con presenza di “texture”. Il feeling è decisamente “crisp” e il mix tra la particolare sezione del monofilo e le texture superficiali del syngut favorisce il cosiddetto effetto “snap-back”, elemento fondamentale per generare rotazioni.

Spin Drill PWR: Ibrido composto da monofilamento rosso a sezione triangolare twistato in co-poliestere e alfa olefine e syngut gold di ultima generazione con composizione a ribbon in doppia guaina. La particolare struttura di questo syngut, a differenza del syngut nero delle SD CTRL, offre un impatto più pastoso (il dwell time è elevato) ed una spiccata reattività. Il risultato riscontrato in campo è una maggiore velocità di uscita di palla, corredata da sensibilità e il comfort.

Spin Drill FEEL: Ibrido composto dai due syngut (nero e gold). La combinazione di questi 2 particolari multifilamenti è ideale per quei giocatori che vogliono un setup molto comfortevole, che allo stesso tempo aiuti controllo e rotazioni (i tester parlano, per queste ultime due caratteristiche, di un comportamento quasi da monofilo).


 

CONCLUSIONI

Come vi abbiamo detto, le corde che l'AD di String-Kong Ivan Buffoni ci ha inviato per i play-test, sono state tutte montate sulle nostre racchette. Ed è lì che le Spin Drill meritano di stare. Tre modelli con differenti sfumature di comfort, potenza e controllo, ma che hanno tutte in comune un immediato accesso alle rotazioni e una giocabilità molto elevata. Tre modelli sì prodotti in serie limitata, ma che saranno disponibili ancora a lungo.

Mentre a Wimbledon i giocatori calcano i campi per la seconda settimana dei Championships, noi abbiamo la nostra preferenza sulla configurazione da scegliere per chi voglia scendere in campo e giocare un tennis “da erba” godendosi un feeling retro ed un approccio moderno: Spin Drill Power in configurazione “reverse”.