Atp Roma - Niente da fare per Bolelli e Vavassori: in finale ci vanno Arevalo e Pavic

La coppia italiana si ferma in semifinale al Masters 1000 di Roma

by Antonio Frappola
SHARE
Atp Roma - Niente da fare per Bolelli e Vavassori: in finale ci vanno Arevalo e Pavic
© Mike Hewitt/Getty Images

Dal nostro inviato - Il sogno di Andrea Vavassori e Simone Bolelli al Masters 1000 di Roma si è spento in semifinale sotto i colpi di Marcelo Arevalo e Mate Pavic. C'è stato un momento - nel secondo set - in cui la coppia azzurra avrebbe potuto dare una svolta alla partita e cambiare le gerarchie, ma gli avversari si sono fatti trovare pronti e hanno sfruttato la fiducia conferitagli dalla parziale rimonta per giocare il tie-break con quella determinazione capace di fare la differenza negli istanti che più contano.

L'incontro è terminato con il punteggio di 6-2, 7-6( 5) a favore di Arevalo e Pavic, che attendono ora il verdetto dell'interessante sfida tra le teste di serie numero uno Marcel Granollers/Horacio Zeballos e il team dell'ultima ora formato da due ottimi singolaristi, ovvero Ben Shelton e Alexander Bublik.

Atp Roma - Niente da fare per Bolelli e Vavassori: in finale ci vanno Arevalo e Pavic

A mancare oggi è forse stata la solita spinta che Bolelli è in grado di imprimere alle partite grazie alla sua esperienza.

Sull'1-1, gli italiani non hanno sfruttato due palle break a causa di un dritto sotto rete di Vavassori e una risposta larga di Bolelli sul deciding point. Arevalo e Pavic non hanno invece esitato quando hanno avuto l'opportunità di portarsi in vantaggio sul 3-2.

I due hanno raddoppiato e archiviato il set con una risposta vincente di Arevalo. Nella seconda frazione di gioco, Bolelli e Vavassori hanno animato il Campo Centrale guadagnando rapidamente il 2-0. Tanti i rimpianti per le occasioni non trasformate nel quinto game: tre le occasioni per andare sul 4-1.

Pavic si è imposto con il dritto sul 3-4 pareggiando i conti e mettendo pressione su Bolelli e Vavassori. Il super tie-break è iniziato alla grande, ma Arevalo e Pavic hanno capovolto la situazione passando dallo 0-2 al 6-2. Pavic, sul quarto match point, non ha tremato e ha piazzato un coraggioso ace con la seconda di servizio.

Atp Roma
SHARE