Juncheng Shang ha gli obiettivi chiari: le parole su Jannik Sinner e Carlos Alcaraz

Il giocatore cinese classe 2005 ha l'ambizione di scalare velocemente posizioni nella classifica Atp

by Andrea Tebaldi
SHARE
Juncheng Shang ha gli obiettivi chiari: le parole su Jannik Sinner e Carlos Alcaraz
© Cameron Spencer-Getty Images

Juncheng Shang giocatore classe 2005 cinese tra i più promettenti della sua annata è numero 115 del mondo. Ma il suo obiettivo è risalire in velocità la classifica Atp. Shang è stato intervistato in esclusiva dal sito spagnolo puntodebreak questa settimana in cui era al Challenger di Madrid.

Si è parlato anche di Jannik Sinner e Carlos Alcaraz. Parlando di se stesso e di che tipo di giocatore intende essere Shang spiega: "In questo momento ho la direzione ben definita: voglio essere un giocatore molto aggressivo, ma al momento non sono forte come vorrei.

Carlos Alcaraz è un modello per tutti, proprio come Jannik Sinner, sono due dei giovani che stanno facendo il miglior tennis. Non voglio copiarli, ma voglio imparare da loro, come mi è successo con Carlos in Australia".

Il riferimento è ovviamente alla partita di terzo turno degli Australian Open contro il giocatore spagnolo contro il quale poi si è dovuto ritirare: "Quando ero davanti a lui mi sono reso conto di come fosse capace di lasciarti fermo tante volte, ma poi c'erano altri punti in cui ti permetteva di giocare.

Tutte queste cose sono ciò che devo imparare come tennista. Il mio giocatore preferito è Novak Djokovic, posso trovare alcune somiglianze con lui, spero di avvicinarmi al suo gioco in futuro".

Shang e il rapporto con Alcaraz, Sinner e Rune

Parlando di Alcaraz, Sinner e Rune afferma: "Non ho un rapporto molto stretto con loro, anche se spero di conoscerli un po' di più in futuro, allenarmi con loro più volte.

Con Jannik, ad esempio, non ho mai avuto questa opportunità, ma con Holger ci siamo allenati qualche volta ed è un ragazzo affascinante dentro e fuori dal campo. Guardo alcune delle sue partite ed è super divertente e lo ammiro molto.

Carlos, forse è una delle persone più gentili del mondo, aver giocato con lui è incredibile”.

Jannik Sinner Alcaraz
SHARE