Atp Marrakech - Sarà derby italiano tra Berrettini e Sonego ai quarti. Ko Cobolli

In Marocco vincono il piemontese e il romano, ma si ferma Cobolli

by Antonio Frappola
SHARE
Atp Marrakech - Sarà derby italiano tra Berrettini e Sonego ai quarti. Ko Cobolli
© Vaughn Ridley/Getty Images

Ai quarti di finale del torneo ATP 250 di Marrakech gli appassionati italiani di tennis potranno assistere a uno speciale derby tricolore tra Lorenzo Sonego e Matteo Berrettini. Entrambi hanno infatti vinto il proprio match di secondo turno: il piemontese si è imposto in rimonta 1-6, 6-3, 6-4 ai danni di Sumit Nagal; mentre il romano ha superato Jaume Munar 6-4, 4-6, 6-3.

La prima partita di Sonego senza coach Gipo Arbino nel box è in realtà iniziata malissimo. L'azzurro ha vissuto una partenza da incubo e, dopo aver perso il servizio due volte di fila, si è ritrovato sotto 0-5 in pochi minuti.

Atp Marrakech - Sarà derby italiano tra Berrettini e Sonego ai quarti. Ko Cobolli

Nel secondo set, Sonego ha trovato maggiore equilibrio e tanto è bastato per rialzare la testa. Il 28enne di Torino ha siglato il break sul 2-1 difendendosi alla grande e costringendo Nagal a giocare un complicato smash terminato in rete.

Nei successivi tre turni di battuta, Sonego ha lasciato solo un punto all'avversario. Nel set decisivo è accaduto tutto nella parte finale. L'azzurro ha rischiato grosso nell'ottavo gioco, ma rimontato da 15-40 grazie a due risolutive prime.

Nagal ha forse accusato il colpo e commesso un gravissimo errore con il dritto sulla chance di 4-5 offerta a Sonego, che ha poi chiuso al servizio. Berrettini ha raggiunto il suo connazionale dopo una prestazione tanto solida quanto valida ed eliminato Munar con merito.

L'ex finalista di Wimbledon è stato il primo a tremare al servizio, ma si è tirato fuori dai guai con autorevolezza e ha ristretto il raggio d'azione dello spagnolo. Nel settimo gioco è arrivata la svolta, perché Munar ha spedito di metri fuori il rovescio sull'occasione concessa al rivale.

Berrettini ha protetto il vantaggio e impostato bene anche il secondo set. Sull'1-1, al termine di uno scambio intenso, Munar ha provato a scappare dalla diagonale del rovescio e sbagliato il dritto. Un passaggio a vuoto ha improvvisamente riaperto la partita: Berrettini ha smarrito la strada e subito il contro break perdendo ben tredici punti dal 3-1( 0-40) .

Munar ha compreso il momento e continuato a spingere fino al fatidico rovescio colpito con vigore sul secondo set point a disposizione. Berrettini non è uscito dal match mentalmente e, punto dopo punto, costruito le basi per portare comunque a casa il risultato.

Alla quinta opportunità conquistata nel settimo game, l'azzurro ha centrato il bersaglio ed esultato con foga. Si è invece interrotto agli ottavi il cammino di Flavio Cobolli al Grand Prix Hassan II. La testa di serie numero otto ha ceduto con il punteggio di 1-6, ( 5) 6-7 contro Pavel Kotov.

A fare la differenza nel primo set è stata la capacità di gestire nel migliore dei modi i punti importanti mostrata dal russo. I due protagonisti hanno avuto le loro occasioni in apertura, ma solo Kotov è riuscito a sfruttarle salendo 4-0.

Un gap quasi impossibile da colmare per Cobolli. Nel secondo parziale, Kotov si è salvato nell'ottavo e nel decimo game - in questo caso cancellando un set point - e ha fatto registrare un impressionante 7 su 7 nella statistica inerente alle palle break annullate.

Avanti 5-3 nel tie-break, l'italiano ha lasciato per strada quattro punti consecutivi: sul match point ci ha pensato un cattivo rimbalzo a beffarlo.

SHARE