Djokovic, Sinner e Alcaraz: è lotta per il numero 1. I punti da difendere sulla terra

La battaglia per conquistare la vetta del ranking Atp si sposta sul rosso

by Luca Ferrante
SHARE
Djokovic, Sinner e Alcaraz: è lotta per il numero 1. I punti da difendere sulla terra
© Getty Images

Una battaglia a tre. La lotta per conquistare il numero uno del mondo non è mai stata così accesa e difficile da prevedere negli ultimi anni. A Novak Djokovic e Carlos Alcaraz, che avevano staccato la concorrenza e instaurato questo dualismo nel recente periodo, si è prepotentemente fatto strada Jannik Sinner.

L'altoatesino, grazie ai trionfi ottenuti agli Australian Open, in quel di Rotterdam e ora al Master 1000 di Miami, ha scavalcato lo spagnolo in classifica e adesso può concretamente avere l'ambizione di raggiungere Nole in vetta.

I divari fra i tre sono ristretti e all'orizzonte ci sono tre mesi intensissimi di stagione sulla terra battuta, che potrebbero rimescolare le carte in gioco e le attuali posizioni.

I punti da difendere

  • Novak Djokovic: 2315
Il campione serbo, considerando gli incredibili risultati conquistati negli Slam nel 2023, dovrà presumibilmente giocare sempre in difesa.

Ma ormai si è consapevoli che la miglior arma del giocatore di Belgrado è l'attacco. Nole avrà il compito soprattutto di riconfermarsi campione al Roland Garros per non rischiare di perdere il trono. Nei tornei di preparazione, in cui ha pochissimo da difendere, Djokovic non ha mai brillato così tanto negli ultimi anni: lo sarà anche quest'anno? Il numero uno è atteso a Monte-Carlo, poi qualche piccolo dubbio sulle altre competizioni che disputerà.

L'Italia lo attende a braccia aperte al Foro Italico di Roma.

  • Jannik Sinner: 585
La grande chance sembra essere nelle mani dell'italiano, che però ha predicato calma a più riprese su una stagione sul rosso "particolare" e in un certo senso complicata da pronosticare.

La capacità del 22enne di fare risultati anche sulla terra non deve essere messa in discussione (i primi quarti Slam sono arrivati proprio all'Open di Francia) e le precoci sconfitte dello scorso anno nei tornei prestigiosi non devono trarre in inganno.

Il numero due affronterà con una programmazione migliore questa parte di annata, in cui dovrà cercare di cominciare bene a Monte-Carlo (semifinali nel 2023). Salterà Barcellona, in cui arrivò ai quarti ma pagò successivamente tutto lo sforzo, e sfrutterà qualche settimana in più di lavoro per presentarsi carico a Madrid ma soprattutto agli Internazionali d'Italia e al Roland Garros.

Due ottimi risultati in queste ultime due manifestazioni gli potrebbero spalancare le porte del numero 1.

  • Carlos Alcaraz: 2265
Il più continuo nel 2023 sulla terra rossa è stato Carlos Alcaraz. E per questo motivo è anche il giocatore che più rischia di perdere punti o semplicemente di non guadagnare rispetto ai rivali.

Carlitos si presenterà a Monte-Carlo, appuntamento saltato nel 2023, per provare subito a riprendersi il numero 2. Poi i due grandi scogli: difendere i titoli di Barcellona (500) e Madrid (1000), in cui non esce sconfitto dal 2021 in entrambe le manifestazioni.

Se dovesse riuscirci, bisognerà fare molta attenzione all'iberico, che avrebbe notevoli possibilità di uscire da Parigi anche con la corona di numero 1. Il suo programma dovrebbe prevedere la partecipazione al Master 1000 di Roma, prima di dare la caccia al titolo del Roland Garros (semifinali l'anno scorso, ritirandosi nella semifinale con Djokovic per crampi).

Una cosa è certa: conti alla mano o meno per le posizioni in classifica settimana dopo settimana, lo spettacolo e il divertimento non mancherà in questa stagione sulla terra rossa.

Alcaraz
SHARE