Giulio Zeppieri si ferma per un brutto infortunio a Dubai: l'annuncio sui social

Lesione all'adduttore destro per il giocatore romano che ha già iniziato l'iter per il recupero

by Andrea Tebaldi
SHARE
Giulio Zeppieri si ferma per un brutto infortunio a Dubai: l'annuncio sui social
© Cameron Spencer Getty Images

In un panorama tennistico italiano che sta dando grandissime soddisfazioni anche con le vittorie di Matteo Arnaldi e Flavio Cobolli nella notte ad Acapulco, arriva una notizia non positiva. E riguarda purtroppo Giulio Zeppieri.

Il tennista romano classe 2001, si è infortunato nelle qualificazioni al torneo di Dubai e dovrà stare fuori almeno per qualche settimana per via di una lesione all'adduttore destro. Zeppieri in questa fase dell'anno aveva scelto di giocare i tornei di Doha e di Dubai.

In particolare negli Emirati Arabi Uniti aveva battuto al primo turno di qualificazione il francese Alexander Muller con il punteggio di 1-6 6-4 6-2. Nel secondo match di qualificazione decisivo per l'approdo al main draw Zeppieri è invece stato sconfitto da Arthur Cazaux con il punteggio di 7-6 6-4.

Cazaux che poi ha giocato al primo turno del 500 di Dubai contro Lorenzo Musetti.

Zeppieri ha comunicato su Instagram la notizia del suo infortunio

Con un post su Instagram che ha raccolto già numerosi attestati di incoraggiamento da parte di tifosi e altri giocatori, Zeppieri ha comunicato la notizia del suo infortunio.

Ecco le parole integrali del testo pubblicato da Zeppieri: "Ciao ragazzi. Purtroppo non mi vedrete in campo in queste settimane. Mi sono fatto male all’ATP 500 di Dubai: si tratta di lesione all’adduttore destro.

Salterò la trasferta negli Stati Uniti. Abbiamo già iniziato l’iter per recuperare, spero di rientrare presto. Grazie per l’affetto e il supporto che mi regalate". Quindi la prima conseguenza è che Zeppieri, che questa settimana si trova classificato alla 141esima posizione della graduatoria Atp, non partirà per gli Stati Uniti e non giocherà i tornei sul cemento americano.

La speranza è quella di poterlo rivedere già in aprile per i primi tornei sulla terra battuta europea.

Giulio Zeppieri
SHARE