Atp Rotterdam - Lorenzo Musetti spreca due match point contro Tallon Griekspoor



by ANTONIO FRAPPOLA

Atp Rotterdam - Lorenzo Musetti spreca due match point contro Tallon Griekspoor
© Daniel Pockett/Getty Images

Esordio amaro per Lorenzo Musetti al torneo ATP 500 di Rotterdam. Tanti i rimpianti per il talento di Carrara, che non ha sfruttato il vantaggio nel tie-break del secondo e ha sprecato due match point nel set decisivo. L'italiano non batte un top 30 in condizioni indoor dalla vittoria ottenuta contro Casper Ruud a Parigi-Bercy nel 2022; una statistica che si estende all'ABN Amro Open, dove Tallon Griekspoor si è imposto in rimonta con il punteggio di 3-6, 7-6( 7) , 7-6( 3) .

Atp Rotterdam - Lorenzo Musetti spreca due match point contro Tallon Griekspoor

L'azzurro è passato in vantaggio nel terzo game grazie al brutto errore dell'olandese, che ha spedito il dritto di metri oltre la linea di fondo campo sulla palla break.

Nemmeno i quattro set point non convertiti sul 2-5 hanno instaurato qualche dubbio nella mente di Musetti: l'italiano ha continuato a spingere con determinazione fino al 6-3. Griekspoor si è salvato due volte al servizio in apertura di secondo set: la prima chiudendo con lo smash e la seconda piazzando l'ace.

A tremare sul 5-6 è stato Musetti che ha agguantato il tie-break in extremis, complice il disastro di Griekspoor con il dritto: l'olandese ha comandato lo scambio sul set point e rovinato tutto con un gratuito. Avanti di un mini-break, Musetti si è incartato dopo il cambio campo e ha lasciato troppo spazio all'avversario.

Griekspoor ha così pareggiato i conti trasformando il quarto set point. Immediata la reazione di Musetti, capace di brekkare il 27enne di Haarlem - ancora tradito dal dritto - sull'1-0. Sul 3-1, l'italiano ha rimontato con coraggio da 15-40, ma ha alzato bandiera bianca qualche minuto più tardi con un drop shot affossato in rete.

La partita di Musetti è probabilmente finita sui due match point non convertiti sul 6-5: Griekspoor ha trovato un provvidenziale ace e guadagnato la rete senza paura. Nel tie-break, l'olandese si è rivelato impeccabile e ha eliminato un nervoso Musetti.

Il terzo set di una partita diventata tanto interessante quanto intensa ha purtroppo dovuto convivere con i problemi alla gamba sinistra occorsi a Dino Prizmic. Il croato è tornato in campo dopo aver mostrato il suo talento contro Novak Djokovic agli Australian Open - lo stesso campione serbo ha voluto complimentarsi con lui per la discreta prestazione - e si è arreso a David Goffin con il punteggio di 4-6, 7-6( 12) , 1-6.

Il belga ha fatto valere il fattore esperienza nel primo parziale e gestito meglio dell’avversario i momenti cruciali. A rimettere in corsa Prizmic ci ha pensato un folle tie-break. Il 18enne ha annullato un match point e pareggiato i conti trasformando il nono set point.

Il croato non ha potuto giocarsi le sue possibilità nel set decisivo a causa di un fastidio alla gamba e Goffin ne ha approfittato per chiudere con un netto 6–1. Ritrova la vittoria nel circuito maggiore Milos Raonic a sei mesi dall’ultima volta.

Il canadese non ha ritrovato la continuità desiderata, ma sta provando a rimettersi in carreggiata a Rotterdam. Grazie all’ennesima prova di forza al servizio, Raonic ha superato la wild card di casa Jesper De Jong 7-6( 5) , 6-4.

Lorenzo Musetti Tallon Griekspoor