Alexander Bublik: "I tennisti meritano di essere pagati bene e giocare di meno"

Il campione di Montpellier parla a margine dell'esibizione di Oslo: "Abbiamo lo stesso prize money da 15 anni"

by Andrea Tebaldi
SHARE
Alexander Bublik: "I tennisti meritano di essere pagati bene e giocare di meno"
© Dean Mouhtaropoulos-Getty Images

Alexander Bublik ha vinto la settimana scorsa il torneo Atp 250 di Montpellier. E questa settimana si trova a Oslo in Norvegia dove non si gioca un torneo ufficiale Atp ma si gioca la prima tappa dell'UTS Tour, un'esibizione con regole molto particolari che vedrà altri fine settimana di gare nel corso dell'anno.

E in un'intervista al sito Tennis Majors ha spiegato che il tennis è a un bivio e i cambiamenti sono necessari. Il giocatore kazako naturalmente di fatto fornisce un assist all'ingresso dell'Arabia Saudita che ha decisamente puntato il mondo del tennis.

Il tema delle infinite risorse che i sauditi possono mettere in campo fa breccia. "Sono favorevole ai cambiamenti - ha osservato Bublik - e giochiamo con lo stesso prize money da 15 anni. Stanno aumentando il premio in denaro del 2% e pensano che dobbiamo essere felici e contenti così.

Io penso che i cambiamenti siano cruciali. Ne abbiamo bisogno e i giocatori ne hanno bisogno". Oltre all'aumento dello stipendio, Bublik ha parlato della necessità di modifiche significative al calendario, a causa della lunga stagione tennistica.

Alexander Bublik: "I giocatori meritano cambiamenti"

"I giocatori meritano i cambiamenti – ha affermato il campione di Montpellier 2024 - i tennisti meritano di essere trattati bene, pagati bene e giocare di meno.

E godersi di più l’atmosfera perché altrimenti sarebbe davvero impegnativo giocare per 11 mesi consecutivi. Alla fine dell'anno alla fine dell’anno hai appena un mese libero e poi ricominci. Quindi penso che i giocatori meritino una vita migliore".

Non c’è dubbio che il tennis si trovi a vivere una fase molto particolare e per certi versi inedita con esibizioni al di fuori dal calendario ufficiale Atp molto remunerative che nascono soprattutto in Arabia Saudita come ha insegnato la recente presentazione della Six King Slam che si terrà a Riad nel prossimo mese di ottobre e che vedrà ai nastri di partenza un cast d'eccezione composto da Djokovic, Alcaraz, Medvedev, Sinner, Rune e Nadal.

Alexander Bublik
SHARE