Atp Finals - Novak Djokovic travolge Alcaraz e raggiunge Jannik Sinner in finale

Il campione serbo ha dominato la semifinale con il fenomeno di Murcia

by Antonio Frappola
SHARE
Atp Finals - Novak Djokovic travolge Alcaraz e raggiunge Jannik Sinner in finale
© Valerio Pennicino/Getty Images

Quest’anno, con sempre maggiore frequenza, è stata rivolta a Novak Djokovic una domanda precisa. Una domanda legata alla capacità di trovare nuovi stimoli e motivazioni nonostante il cospicuo numero di trofei e record aggiunti in bacheca nel corso della sua eccezionale carriera.

Il campione serbo ha spesso sorriso, prima di assumere un atteggiamento serio e fare riferimento a quella mentalità che appartiene alle grandi personalità. “Mi pongo sempre obiettivi. Voglio vincere un altro Grande Slam.

Voglio finire l'anno come numero uno al mondo. E l'anno prossimo voglio fare bene alle Olimpiadi di Parigi 2024, dove rappresenterò il mio Paese. Questi sono i miei obiettivi più importanti per il futuro" , ha detto alla vigilia del Rolex Paris Masters.

Quel torneo, alla fine, Djokovic l’ha vinto raggiungendo Torino con due sogni nel cassetto: terminare l’anno sulla vetta del ranking e staccare definitivamente Roger Federer nell’albo d’oro delle ATP Finals.

La vittoria con Holger Rune all’esordio gli ha permesso di porre un segno di spunta sulla prima casella; quella contro Carlos Alcaraz di avere la concreta opportunità di portarsi a quota 7 e non condividere più il record con Federer.

Djokovic ha travolto lo spagnolo con il punteggio di 6-3, 6-2 e ha conquistato la nona finale - come Ivan Lendl - al Torneo dei Maestri: sarà lui l’avversario di Jannik Sinner domani pomeriggio. Per il belgradese si tratta del ventesimo successo nelle ultime 21 partite: a batterlo ci ha pensato proprio Sinner pochi giorni fa nel secondo incontro di Round Robin.

Atp Finals - Djokovic domina contro Alcaraz: sfiderà Sinner in finale

Djokovic non è partito benissimo e ha subito dovuto fronteggiare una situazione di pericolo nel game inaugurale. Sotto 15-40, il serbo ha usufruito della deviazione del nastro e della fondamentale profondità ricercata con il dritto.

Alcaraz ha sprecato la chance di dare il benvenuto al match con un break, ma risolto i suoi turni di battuta in pochi minuti grazie all’alta percentuale di servizi vincenti e ace. Djokovic ha ricorso ancora ai vantaggi sul 2-2; poi le cose sono improvvisamente cambiate nell’ottavo game.

Il 36enne ha letto meglio il servizio di Alcaraz, spalancato gli occhi e deciso di accelerare. Lo spagnolo non ha gestito con cura il delicato momento e ha spedito sotto rete un comodo rovescio. Alcaraz è apparso nervoso all’inizio del secondo parziale e, sull’1-1, colpito malissimo la palla steccando sulla chance regalata a Djokovic, bravo comunque a rispondere con estrema profondità.

Cancellata la possibilità di naufragare sull’1-4, il fenomeno di Murcia ha accesso la lampadina e fissato lo score sul 15-40 in risposta. Il serbo gli ha rovinato nuovamente la festa colpendo un passante irreale sulla seconda palla del contro break. Il colpo del ko si è materializzato nel settimo game: Djokovic ha confezionato un altro magnfico scambio.

Novak Djokovic Alcaraz Jannik Sinner
SHARE