Andy Murray interrompe il rapporto professionale con Ivan Lendl

Si chiude per la terza volta la collaborazione tra il tre volte campione slam e il coach ceco

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Andy Murray interrompe il rapporto professionale con Ivan Lendl
© getty images

Ivan Lendl non è più l’allenatore di Andy Murray. Il rapporto tra il campione scozzese e l’ex fuoriclasse ceco si è interrotto per la terza volta nel corso della sua carriera professionale. Il 36enne di Glasgow ha vissuto una stagione di alti e bassi.

I tre titoli in challenger (Aix En Provence, Surbiton e Nottingham) e la ritrovata top 50 non sono bastati a tenere vivo il rapporto tra i due. L’ultimo periodo non è stato certamente brillantissimo per lui. Tornato tra i top 50, l’ex numero uno non ha avuto la stessa continuità nei tornei di categoria superiore.

Le sconfitte al secondo turno a Wimbledon e agli Us Open, unito all’ultimo filotto di sconfitte, prima di chiudere la stagione, hanno contribuito al divorzio tra i due. Ora il suo team sarà composto da Johny O'Mara, Mark Hilton e Louis Cayer.

Murray e Lendl sono stati nelle passate collaborazioni un binomio vincente. Il contributo di Ivan ha significato molto per il tennista britannico, che è riuscito a vincere 3 slam (2 Wimbledon e 1 Us Open) nell’epoca dei tre alieni, Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer, intrufolandosi in un ristretto club insieme a loro chiamato “Fab 4”.

Murray e il sogno Olimpiadi

Qualche mese fa Murray fece capire che l’ipotesi ritiro non era ancora minimamente nei suoi piani, ma anzi rilanciò: “Mi piacerebbe giocare un'altra edizione dei Giochi Olimpici, perché nella mia carriera ho vissuto esperienze fantastiche in questo evento.

È stato speciale ogni volta che vi ho partecipato e pensare di poterli disputare per la quinta volta in carriera, e forse l'ultima, mi rende molto emozionato”, ha ammesso Andy. “È stato molto deludente per me a Tokyo 2021 perché poco prima dell'inizio del torneo mi sono infortunato e ho deciso di dare la priorità al doppio.

Eravamo molto vicini a vincere una medaglia, ricordo che eravamo in vantaggio di un set e un break nei quarti di finale, ma non ne abbiamo approfittato” ha rivelato poi il nativo di Dunblane.

Andy Murray
SHARE