Flavio Cobolli entra ufficialmente in top 100: ora può sorpassare Matteo Berrettini

Obiettivo raggiunto dal tennista romano con la finale raggiunta al Challenger di Olbia

by Nicola Penta
SHARE
Flavio Cobolli entra ufficialmente in top 100: ora può sorpassare Matteo Berrettini
© Clive Brunskill/Getty Images

Impegnato nel torneo Challenger di Olbia in Sardegna, il tennista romano Flavio Cobolli è arrivato in finale dopo aver battuto la testa di serie numero 1 del seeding lo slovacco Alex Molcan con il punteggio di 6-4 6-1; l ‘italiano sarà impegnato alle ore 15 nella finale contro il francese Kyrian Jacquet che lo ha già battuto nel torneo Challenger di San Marino nel mese d’agosto.

Un'opportunità da provare a cogliere per il 21enne di Firenze, che continua a crescere sotto tutti i punti di vista col passare dei mesi nel circuito e può chiudere davvero bene la stagione 2023. Con questo risultato il tennista romano entra ufficialmente in top 100 stanziandosi attualmente in posizione numero 94 del ranking e in caso di vittoria del torneo salirebbe alla numero 87 superando anche il tennista romano e finalista di Wimbledon 2021 Matteo Berrettini (tormentato da problemi fisici e attualmente ai boxe a seguito dell’infortunio alla caviglia patito durante lo US Open, ndr.).

Flavio Cobolli è il sesto italiano in top 100

Cobolli inoltre raggiunge nella top 100 diversi connazionali tra cui ricordiamo: il tennista altoatesino e numero 1 d’Italia Jannik Sinner, il carrarino Lorenzo Musetti numero 22 della classifica, il next gen di Sanremo Matteo Arnaldi numero 46 della classifica mondiale, il torinese Lorenzo Sonego numero 56 e come anticipato in precedenza il romano Matteo Berrettini numero 89 della classifica (Musetti e Berrettini hanno perso rispettivamente i 250 e 150 della finale dell’ATP 250 di Napoli dello scorso anno, ndr.).

Riguardo il match che lo attenderà nel pomeriggio Cobolli nell’intervista post partita di ieri ha dichiarato: "Contro Jacquet ho perso precedentemente a San Marino, quindi dovrò gestire il match nel migliore dei modi.

Per fortuna ho ancora tante energie e non vedo l’ora di scendere in campo - le parole del romano, che andrà a caccia del secondo titolo Challenger stagionale -. La giornata è stata lunga e impegnativa, anche a causa della pioggia ma durante l’interruzione abbiamo trovato il modo di divertirci ed il pubblico è stato ancora fantastico" .

Flavio Cobolli Matteo Berrettini Challenger
SHARE