Atp Shanghai - Sinner ritrova energie e vola agli ottavi. Sonego super, cade Medvedev

L'altoatesino supera alla distanza Baez. Il torinese è più forte della pioggia

by Luca Ferrante
SHARE
Atp Shanghai - Sinner ritrova energie e vola agli ottavi. Sonego super, cade Medvedev
© Hu Chengwei/Getty Images

Nonostante le poche energie a livello fisico, Jannik Sinner ha conquistato in rimonta gli ottavi di finale al Master 1000 di Shanghai. Sebastian Baez non ha approfittato della situazione e si è alla fine arreso in tre set al giocatore altoatesino dopo due ore di gioco.

L'italiano non ha cominciato con la giusta intensità e ha subìto la solidità e il primo set quasi senza errori dell'argentino, autore di numerosi vincenti. Un break nel quarto game ha dato la possibilità al sudamericano di controllare e ottenere il parziale.

Nel secondo l'azzurro ha seguito i consigli di coach Simone Vagnozzi, che ha indicato all'atleta 22enne di accorciare gli scambi, prendersi anche dei rischi maggiori ma aumentare l'intensità del suo tennis. Detto fatto, proprio perché Sinner si è portato sul 3-0 e si è 'limitato' a vincere i successivi turni di servizio.

Baez è lentamente calato, mentre il nativo di San Candido ha trovato la forza di prendersi la sfida con un doppio break (6-2). Martedì affronterà lo statunitense Ben Shelton.

Sonego avanza, Medvedev no

Lorenzo Sonego non si è fatto sorprendere dalla sospensione del match contro Frances Tiafoe a domenica per via della pioggia.

Alla ripresa, sull'1-1 nel set decisivo, i due hanno tenuto i primi turni di battuta con abbastanza serenità. La svolta sul 4-3: l'azzurro ha subito impensierito lo statunitense portandosi sullo 0-40. Alla seconda chance il giocatore torinese ha piazzato il break che gli ha consentito di servire con successo per raggiungere il terzo turno.

Daniil Medvedev è stato eliminato dal tabellone principale per mano di Sebastian Korda, abilissimo a spuntarla soprattutto nel tiratissimo primo parziale. Giunti al tie-break, i due hanno dato vita a una grande battaglia terminata 10-8 in favore dell'americano.

Nel secondo la testa di serie numero 26 ha cominciato a giocare con più intensità e coraggio, mentre si riduceva ulteriormente il serbatoio delle energie del russo. Il 27enne nativo di Mosca si è arreso per 6-2, salutando la Cina che gli ha regalato quest'anno un trofeo da secondo classificato all'Atp 500 di Pechino.

Atp Shanghai
SHARE