Atp Cincinnati - Djokovic travolge Fritz. Alcaraz fatica ma vince contro Purcell



by ANTONIO FRAPPOLA

Atp Cincinnati - Djokovic travolge Fritz. Alcaraz fatica ma vince contro Purcell

Continua il duello a distanza tra Novak Djokovic e Carlos Alcaraz per la vetta del ranking. Grazie alla sofferta vittoria contro Max Purcell, allo spagnolo basterà conquistare la finale al Masters 1000 di Cincinnati per raggiungere Flushing Meadows da numero uno del mondo.

Al serbo resta un’unica possibilità: vincere il torneo e, appunto, sperare che il diretto rivale perda al penultimo atto del Western & Southern Open. Alcaraz ha sofferto più del previsto anche contro un coraggioso Purcell, che si è arreso con il punteggio di 6-4, 3-6, 4-6.

La rimonta ha consentito al fenomeno di Murcia di spingersi per la settima volta in carriera alle semifinali in un evento 1000. Lo schema tattico seguito dall’australiano non ha lasciato spazio a nessun tipo di interpretazione e ha probabilmente sorpreso Alcaraz a inizio partita.

Purcell ha cercato di accorciare gli scambi e guadagnare la rete nel minor tempo possibile. Dopo aver sprecato l’opportunità di passare in vantaggio, lo spagnolo ha staccato la spina nel settimo game e regalato il break sbagliando una volèe e steccando il dritto.

Atp Cincinnati - Continua il duello a distanza tra Djokovic e Alcaraz

Nel secondo set, Alcaraz ha messo subito distanza tra sé e Purcell - trovando un discreto passante di rovescio - e viaggiato spedito al servizio fino alla metà.

Il match, contro ogni pronostico, non è diventato in discesa per Alcaraz nel terzo parziale. Il fenomeno di Murcia ha perso il break di vantaggio e restituito fiducia a Purcell. Sul 4-4, però, l’australiano non ha tenuto il servizio a causa di due complessi serve & volley.

Alcaraz gli ha concesso un’ultima chance quando ha servito per il match, ma Purcell ha calibrato male il dritto. Sarà Hubert Hurkacz a sfidare lo spagnolo in semifinale. Il polacco è partito con la quinta marcia e disputato un primo set prefetto lasciando un solo game a un disorientato Alexei Popyrin, mai pericoloso in risposta.

L’australiano ha cambiato passo nel secondo set e guadagnato una certa continuità al servizio agguantando il tie-break. Avanti 6-1, i fantasmi del passato hanno bussato alla porta di Hurkacz sotto forma di doppi falli e risposte da incubo.

Il polacco ha perso sei punti consecutivi e offerto un set point a Popyrin. Un provvidenziale ace ha tolto dai guai Hurkacz, che ha chiuso al settimo match point. Djokovic ha rifilato un sonoro 6-0, 6-4 a Taylor Fritz per conquistare la semifinale numero nove a Cincinnati.

L’impatto dell’americano con il match si è rivelato disastroso. Fritz ha subito consegnato il servizio al serbo colpendo due doppi falli e due gratuiti. Djokovic ne ha approfittato e ha spinto da fondo campo con determinazione rifilando un pesante bagel allo statunitense.

Il belgradese ha abbassato il ritmo e disputato il peggior game della sua partita in apertura di secondo set: caratterizzato da due doppi falli e un insolito svarione con il rovescio. Fritz non si è disunito fino al 4-3, quando ha commesso un gravissimo errore con il dritto sulla palla del contro break.

Djokovic ha esercitato una certa pressione sul numero 9 ATP e scritto la parola fine con un risolutivo secondo break di fila: troverà dall’altra parte della rete in semifinale Alexander Zverev. Il tedesco ha liquidato con un netto 6-2, 6-3 Adrian Mannarino senza andare mai in affanno.
Photo Credit: USA Today Sports

Atp Cincinnati Alcaraz