Wta Montreal - Giorgi cede alla stanchezza. Ecatombe di teste di serie a Toronto

Tante sorprese nei sedicesimi di finale. Andy Murray avanza con fatica e sfiderà Sinner

by Luca Ferrante
SHARE
Wta Montreal - Giorgi cede alla stanchezza. Ecatombe di teste di serie a Toronto

Nel terzo set aveva esaurito gran parte delle energie a disposizione. Camila Giorgi è stata eliminata dal tabellone principale del Wta 1000 di Montreal al secondo turno per mano di Petra Kvitova, che l'ha spuntata col punteggio di 6-2, 5-7, 6-0.

Un'altalena di emozioni quelle vissute dal pubblico presente sugli spalti del centrale. L'azzurra non è partita benissimo ed è stata subito messa in difficoltà dalla ceca, abile a portare a casa il primo set senza particolari problemi.

Nel secondo la marchigiana ha cercato di reagire ma si è ritrovata sotto di un break sia sul 3-1 che sul 5-4: quando però la vincitrice del Miami Open ha servito per il match, la 31enne è riuscita ad alzare nettamente il suo livello di tennis e a conquistare i tre game successivi.

Uno sforzo pagato decisamente a caro prezzo dall'italiana, che ha accusato tanta stanchezza a livello fisico nel set decisivo. Fin troppo severo, ma quasi inevitabile, il 6-0 rimediato che ha chiuso la sua comunque bella avventura in Canada (ha dovuto giocare e superare anche le qualificazioni).

Tra gli altri match Aryna Sabalenka ha debuttato col piede giusto contro Martic e Collins ha saputo regolare la greca Maria Sakkari.

A Toronto ecatombe di teste di serie

Oltre a Tsitsipas, Rublev e Zverev nel programma serale, non sono mancate ulteriori novità al Master 1000 di Toronto nella notte italiana.

Anche il danese Holger Rune, testa di serie numero 5, ha ceduto inaspettatamente il passo allo statunitense Marcos Giron, che ha approfittato sicuramente della condizione non ottimale del suo avversario per ottenere una vittoria pesantissima.

6-2, 4-6, 6-3 il punteggio finale in favore dell'americano. Esordio invece perfetto per Carlos Alcaraz alla Rogers Cup. Il numero uno spagnolo, contrariamente a quanto si potesse forse immaginare, è stato in grado di non concedere neanche un set allo statunitense Ben Shelton.

6-3, 7-6 per il 20enne, che continua a dimostrarsi molto forte contro i tennisti coetanei. Al prossimo turno l'iberico è atteso da un match complicato con il polacco Hubert Hurkacz. Avanza anche Andy Murray ma non senza battagliare: il britannico si è fatto soffiare il secondo parziale da Max Purcell ed è stato costretto a una nuova dura lotta in campo, aggiudicandosi poi il set decisivo per 7-5. Sarà il campione scozzese il prossimo avversario di Jannik Sinner. Photo Credit: Getty Images

Andy Murray
SHARE