Atp Roma - Tutto facile per Sinner all'esordio: batte Kokkinakis e va al terzo turno

Il numero uno d'Italia si presente bene a questa edizione degli Internazionali d'Italia, con una vittoria netta contro l'australiano

by Martina Sessa
SHARE
Atp Roma - Tutto facile per Sinner all'esordio: batte Kokkinakis e va al terzo turno

Non ci sono stati problemi all’esordio a questa edizione degli Internazionali d’Italia per Jannik Sinner. Il tennista azzurro vince il primo match, al secondo turno, battendo l’australiano Thanasi Kokkinakis: 6-1, 6-4 è stato il risultato finale.

Il primo set dell’altoatesino è stato un dominio sotto tutti gli aspetti, in particolare in risposta. È così infatti che disarma subito il suo avversario, che il primo game di servizio lo perde a zero.

Il numero uno d’Italia invece sul suo servizio non ha problemi: nel totale del primo parziale, si conterà una percentuale del 63% di prime di servizio e il 100% di vinte con la prima. Si arriva così al 4-1 per lui.

Più ostico di prima, ma il risultato è lo stesso: alla seconda palla break, Sinner si concede la possibilità di andare a servire per il set e qui non sbaglia: tre punti consecutivi, sedici su sedici, e in quaranta minuti si archivia il primo atto.

Il secondo set

L’inizio di secondo set è più equilibrato, o meno nei turni di servizio di Kokkinakis. L’australiano concede leggermente meno, ma rimangono le difficoltà nel turno di servizio di Sinner: l’altoatesino spinge e comanda lo scambio nella stragrande maggioranza dei casi, ma la prima salva l’australiano.

Sul 3-3 pari, Kokkinakis non riesce a trovare la prima di servizio con continuità e questo porta l’azzurro a dare vita allo scambio e soprattutto a comandarlo. In questa difficoltà, la palla break è inevitabile, così come è inevitabile il concretizzarsi di questa.

Non si concede passi falsi il numero otto del mondo, che spinge e varia e chiude il suo game a zero. L'azzurro vuole accorciare i tempi e chiudere prima di andare a servire per il match: dopo esser stato in vantaggio 30-0 ed essersi fatto recuperare, riesce a procurarsi match point.

Annullato questo dall'australiano, servire per il match è un gioca da ragazzi: nessun punto concesso e partita d'esordio superata in un'ora e venti minuti. Jannik Sinner, che a parole si è candidato alla vittoria del torneo, attende di conoscere ancora il suo avversario nel terzo turno degli Internazionali d’Italia. Per lui, c’è uno tra il russo Shevchenko e l’argentino Baez. Photo credits: Reuters

Atp Roma
SHARE