Atp Roma - Sonego e Cecchinato al 2° turno. Subito fuori Passaro, Nardi e Zeppieri

Sonego e Cecchinato volando al secondo turno al Masters 1000 di Roma

by Antonio Frappola
SHARE
Atp Roma - Sonego e Cecchinato al 2° turno. Subito fuori Passaro, Nardi e Zeppieri

Non deve essere capitata a molti tennisti la possibilità di conquistare un prezioso successo sul Campo Centrale del Foro Italico nel giorno del ventottesimo compleanno. Lorenzo Sonego potrà raccontare di aver vissuto una magnifica esperienza e spento le candeline in una location tanto unica quando preziosa.

La partita contro Jeremy Chardy, in campo grazie al protected ranking, non è mai stata in discussione e il sonoro 6-2, 6-1 saprà conferire la giusta dose di fiducia all’italiano nella complicata prossima sfida con Yoshihito Nishioka.

Mai in affanno nei propri turni di battuta, sempre pericoloso in risposta: è questo il copione messo in scena da Sonego per tutto il match. Chardy si è limitato a timbrare il cartellino e non ha sicuramente offerto uno spettegolo degno del palcoscenico messogli a disposizione.

Sonego ha assestato il primo colpo vincente nel quarto game colpendo un consistente passante di rovescio. Il francese ha alzato bandiera bianca sul 2-5 indirizzando diversi metri oltre la linea di fondo un dritto innocuo. La seconda frazione di gioco ha seguito lo stesso schema.

Il piemontese non ha avuto bisogno di ricercare angoli impossibili o giocate fuori portata.

Atp Roma - Vincono Sonego e Cecchinato. Fuori Nardi e Passaro

Vince e convince anche Marco Cecchinato: il primo azzurro a passare il turno nel Day 3 degli Internazionali BNL d’Italia.

Il palermitano si è imposto con un netto 6-3, 7-5 ai danni di Mackenzie McDonald e ha ritrovato il sorriso a Roma a tre anni di distanza dall’ultima volta. La chiave del match è tutta da ricercare nel decimo game del secondo set.

Cecchianto ha cancellato due set point con un servizio vincente e due ottimi dritti sferrando un duro colpo all’americano. McDonald si è infatti lasciato condizionare dagli eventi passati e perso i successivi tre giochi.

Non sono riusciti a vincere il primo match nel main draw del Masters 1000 di Roma Giulio Zeppieri e Luca Nardi. Entrambi hanno pagato a caro prezzo l’emozione di esibirsi di fronte al pubblico di casa e non hanno espresso il loro miglior livello nel terzo e decisivo set.

La sfida contro Daniel Altmaier, per il romano, non è iniziata bene. Zeppieri ha perso subito la battuta a causa di un brutta volèe. L’azzurro, dopo essersi procurato diverse occasioni in risposta, ha finalmente firmato il contro break sul 4-5 grazie al rovescio spedito oltre la linea di fondo campo dal tedesco.

Nella parte centrale del tie-break, però, Zeppieri non ha inciso e ha permesso ad Altamaier di prendere l’iniziativa e portarsi in vantaggio. Sotto 0-3 nel secondo parziale, l’italiano ha provato a fare qualcosa di diverso e ha brekkato due volte consecutive il rivale garantendosi l’opportunità di servire per il set; opportunità sfruttata alla grande.

Zeppieri ha staccato inaspettatamente la spina nel terzo set e non ha più vinto un game. Saranno numerosi i rimpianti che caratterizzano il pomeriggio romano di Nardi. Il talento di Pesaro ha giocato un match pressoché perfetto, complici anche gli errori di David Goffin, fino al 6-3, 4-2.

In vantaggio di un set e di un break, Nardi ha avvertito la pressione e accusato qualche fastidio alla gamba sinistra, vistosamente fasciata. Il 19enne non ha trasformato la palla del doppio break nel settimo game e, in quello successivo, ha scaraventato sotto rete uno smash non proprio impossibile sull’occasione offerta al belga.

Goffin ha conquistato il parziale brekkando a zero Nardi sul 5-4. Il nuovo andamento della partita non è cambiato nella terza frazione di gioco: Goffin si è salvato nuovamente al servizio nel game inaugurale e approfittato di un bruttissimo errore di dritto commesso da Nardi in battuta.

L’azzurro non ha più tenuto il ritmo di Goffin e ha lasciato gli Internazionali BNL d’Italia all’esordio. Non sarà Francesco Passaro l’avversario di Carlos Alcaraz a Roma. L’italiano ha disputato un discreto primo set, vinto con il punteggio di 6-4, ma ha raccolto un solo game nel secondo.

Come capitato a Nardi, Passaro non ha gestito in maniera ineccepibile il vantaggio. Il 22enne di Perugia ha portato dalla sua parte i primi tre game dell’ultimo parziale, ma lasciato per strada quattro giochi consecutivi colpendo un grave doppio fallo sulla palla break offerta ad Albert Ramos-Vinolas sul 3-3. Lo spagnolo non ha tremato e ha scritto la parola fine senza patemi. Photo Credit: Getty Images

Atp Roma
SHARE